Senafe

Categories Restaurants
quartiere Bolognina

Contacts

Senafe Via Niccolò Dell'Arca, 42/A
Bologna

Time

  • lunedi chiuso
  • martedi 12–14:30 , 19–23:30
  • mercoledi 12–14:30 , 19–23:30
  • giovedi 12–14:30 , 19–23:30
  • venerdi 12–14:30 , 19–23:30
  • sabato 12–14:30 , 19–23:30
  • domenica 12–14:30 , 19–23:30

Please always check the reliability of the information provided.

Prices

La città di Senafe si trova nella parte sud dell’Eritrea, in un territorio di confine sempre al centro dei decennali conflitti con l’Etiopia. Circondata dalle cosiddette Dolomiti d’Eritrea, fa parte di un’area che è patrimonio dell’Umanità UNESCO sia per le sue meravigliose caratteristiche naturali sia per quelle archeologiche. Meron viene da lì e ha deciso di rendere omaggio alla sua città chiamando con lo stesso nome il suo ristorante in Bolognina, riconoscibile dal simbolo che raffigura Hawulti, un obelisco dell’era axumita presente nel sito archeologico di Matara, a pochi chilometri da Sanafe. Ai fornelli c’è sua moglie Saba e la cucina propone il meglio della tradizione eritrea ed etiope, a partire da una regola fondamentale: quella della condivisione.
Perno di questo principio è il Mossob, un canestro di vimini nel quale viene adagiata l’injera, una sorta di crepe spugnosa che a sua volta accoglie i vari piatti presenti in menu, come il meadi o lo zighinì (uno è sufficiente per due persone) con spezzatino piccante di pollo o di manzo e una miscela piccante di spezie chiamata berberé, affiancati da legumi ridotti a purea e verdure cotte. Altra tipicità sono i sambusa triangoli di pasta sfoglia ripieni o gli immancabili falafel.
Per finire il caffè habesha, preparato attraverso una cerimonia che prevede la tostatura dei chicchi, la macinazione con mortaio e la bollitura in un’anfora (la jebena).
Si mangia con le mani, ma non abbiate paura di chiedere le posate se non ve la sentite.