gio 15.09 2016 – dom 18.09 2016

Taste of Roma

Dove

Auditorium Parco della Musica
Viale Pietro de Coubertin 30, 00196 Roma

Quando

giovedì 15 settembre 2016 – domenica 18 settembre 2016

Quanto

€ 16

Contatti

Sito web

Organizzatore

Taste Festivals

Solitamente, tornati dalle vacanze dove ci si è abbuffati e scofanati fino alla morte, l’unico pensiero è quello di rimettersi in forma. Settembre is the new Capodanno, per quanto riguarda i buoni propositi sul versante dieta e compagnia bella. Ma questa volta vi consigliamo di indugiare un attimo perché torna la consueta manifestazione che ci fa prendere peso con gioia e ci porta a scoprire i piatti stellati dei migliori chef romani e non solo. Taste of Roma, alla sua 5° edizione, sbarca anche quest’anno nei giardini pensili dell’Auditorium Parco della Musica e come smpre mette in scena la fortunata formula che trasforma piatti “firmati” in cucina democratica. Conoscere l’alta cucina e conoscerla spendendo dai 5 ai 10 euro a piatto – per le proposte “icona”. Non mancherà un’ampia selezione di vini grazie alla collaborazione con l’Enoteca Trimani, che oltre alle numerose proposte nazionali omaggia la crescita qualitativa del vino laziale con una carta ad hoc. Oltre a degustare i piatti degli chef, potrete assistere a dibattiti e interviste (nel Salotto del Caffè Musetti), partecipare a show cooking, laboratori e salutare l’ingresso della mixology, con barman internazionali che sfideranno alcuni chef a suon di cocktail per trovare il giusto abbinamento cibo-spirits. Nelle cucine saranno presenti: Adriano Baldassarre (Tordomatto), Alba Esteve Ruiz (Marzapane Roma), Alessandro Narducci (Acquolina), Andrea Fusco (Giuda Ballerino), Angelo Troiani (Il Convivio Troiani), Cristina Bowerman (Glass Hostaria), Daniele Usai (Il Tino), Davide Del Duca (Fernanda Osteria), Francesco Apreda (Imago all’Hassler), Giulio Terrinoni (Per me), Heinz Beck (La Pergola-Hotel Rome Cavalieri), Roy Caceres (Metamorfosi) e Stefano Marzetti (Mirabelle Hotel Splendide Royal).

Per arrivare preparato e non perdersi tra le tante ricette proposte, vi consigliamo alcuni piatti preparati dai migliori chef presenti all’Auditorium. Perché, come di questi tempi accade, si mangia prima con gli occhi che con il palato.

Scritto da Martina Di Iorio