sab 12.01 2019 – dom 24.03 2019

Fabula - Charles Fréger

Dove

Armani Silos
Via Bergognone 40, 20144 Milano

Quando

sabato 12 gennaio 2019 – domenica 24 marzo 2019

Quanto

€ 12

Contatti

0291630010

Sito web

Non è difficile indovinare la natura del fascino che l’opera fotografica di Charles Frèger ha potuto esercitare su una mente come quella di Giorgio Armani. La sua indagine antropologica sui rapporti tra individui e comunità, sul desiderio di appartenenza a un gruppo identificabile di persone legate da una passione, una disciplina, un impegno comune, passa attraverso gli elementi che più di ogni altra cosa rappresentano questo legame tra l’uno e il molteplice: il vestito, la divisa, la maschera.

Fréger non fa foto di gruppo, non disperde le facce in un’ammucchiata collettiva, ma lavora sempre in un formato che unisce il ritratto della persona singola, in tutto il suo peculiare splendore, a ciò che la uniforma alla squadra, alla truppa, al rito cui ha scelto di unirsi: la veste rituale, che ognuno indossa ed elabora nella maniera più naturale e allo stesso tempo complessa, con perfezionismo o trasandatezza, o entrambe le cose insieme.

Nelle sue serie straordinarie, sempre sature di colori nitidi, Fréger affianca i visi ancora indefiniti di giovanissimi pallanuotisti incorniciati dalle loro cuffie (WATER POLO) ai barocchissimi elefanti colorati di Jaipur (PAINTED ELEPHANTS), dai soldati in alta uniforme appartenenti ai corpi di mezza Europa (EMPIRE) agli uomini albero cantabrici (trapajones) della fiesta La Vijanera di Siliò in Spagna o altre specie di uomini zoomorfi o simili a fantocci di paglia selvaggi immersi nelle nevi germaniche (WILDER MANN).

Armani Silos espone più di 250 fotografie tratte da molte serie dal 2000 a oggi – finora esposte soprattutto in musei di fotografia, etnografici e da Hermes a Ginza. “La vitalità del colore è ciò che inizialmente ha attirato la mia attenzione sul lavoro di Charles Fréger. Quel colore, tuttavia, non è un puro espediente visivo, ma una rappresentazione di energia umana. Come stilista di moda, so che l’abbigliamento ha un enorme potere simbolico: Fréger ce lo ricorda costantemente, scavando gli aspetti più profondi del vestirsi come modo di comunicare. Sono molto felice di ospitare questa mostra all’Armani/Silos” , afferma Giorgio Armani.

Scritto da Lucia Tozzi