sab 07.12 2019 – sab 14.12 2019

Festival del cinema di Porretta Terme 2019

Dove

Cinema Kursaal (Porretta Terme)
Via Mazzini 42, 40046 Porretta Terme

Quando

sabato 07 dicembre 2019 – sabato 14 dicembre 2019

Quanto

ingressi vari

Contatti

Sito web

Il Festival del Cinema di Porretta Terme diventa grande. La manifestazione, giunta quest’anno alla 18esima edizione, celebra il traguardo celebrando due protagonisti nella storia dell’evento: Elio Petri e Gian Maria Volontè.
Nel 1971 infatti, a Porretta Terme, in quella che allora era la Mostra internazionale del cinema libero, venne presentato in anteprima mondiale La classe operaia va in paradiso, che avrebbe poi vinto Cannes.

All’attore milanese, volto dell’edizione 2019 nel 25esimo anniversario dalla sua scomparsa, è dedicata, quindi, l’apertura del Festival il 6 dicembre con una mostra fotografica composta da 35 scatti tratti dai set in cui è stato protagonista.

Due invece le giornate che ruotano attorno a Petri: sabato 7 dicembre con le proiezioni di A ciascuno il suo e Todo Modo e sabato 14 con il documentario Elio Petri: appunti su un autore di Federico Bacci, Nicola Guarneri, Stefano Leone. Al regista è dedicato, inoltre, un premio rivolto a opere contemporannee in cui sia presente il lascito della sua eredità autoriale, con tematiche di denuncia sociale e politica. La giuria è presieduta da Walter Veltroni e I registi in gara sono: Claudio Bonivento, Fratelli D’Innocenzo, Claudio Giovannesi, Andrea Zaccariello, Marco Belllocchio e Valerio Mastandrea.

Domenica 8 dicembre arriva l’ospite di punta: Abel Ferrara. Il regista originario del Bronx sbarca a Porretta per una masterclass e per ricevere un Premio alla Carriera. Otto i suoi film che passeranno sul grande schermo: The Funeral, The Bad Leutenant, R’xmas, The Body Snatchers, China Girl, Searching for Padre Pio, The Projectionist e l’ultimo lavoro in ordine di tempo Tommaso.

La città di New York torna anche nella prima proiezione in Italia di Dance again with me Heywood! di Michele Diomà, che vede fra gli interpreti il premio Oscar James Ivory. Oltre al film manifesto del neoralismo newyorkese, segnaliamo anche sabato 7 dicembre Broken di Edmond Budina e sabato 14 la presentazione del libro Il cinema di Francesco “Citto” Maselli di Giacomo Martini (Quaderni del Battello Ebbro).

Si rinnova, infine, l’appuntamento con il concorso “Fuori dal giro”, che concentra l’attenzione sulle pellicole che hanno avuto una minore distribuzione in sala, condendo le proiezioni con dibattiti e incontri con i protagonisti. I film in concorso per l’edizione 2019 sono: Rosa di Katja Colja, Solo cose belle di Kristian Gianfreda, Sole di Carlo Sironi, Il mangiatore di pietre di Nicola Bellucci e Tony driver di Ascanio Petrini.

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO

Scritto da Gianmaria Concetti