dom 05.01 2020

Chevel

Dove

Revine Lago
Via Guglielmo Marconi 1, 31020 revine lago

Quando

domenica 05 gennaio 2020
H 20:00

Quanto

free

Contatti

Sito web

Organizzatore

Lago Film Fest

Foto di Marco Pasqualotto

Chevel è musicista affermato a livello internazionale da molti anni: “Air is Freedom” e “Blurse” sono tra le sue gemme più apprezzate pubblicate per Non Series e Stroboscopic Artifacts; le sue impronte sono già da tempo seguite attentamente da Pitchfork, Resident Advisor, FACT Magazine e The Wire. È trevigiano, all’anagrafe Dario Tronchin, ma come spesso accade è raramente “propheta in patria sua”. Stavolta a smentire questa regola ci pensa il Lago Film Fest che, deo gratias, per domenica 5 gennaio ci propone un fuoco alternativo, andando contemporaneamente in continuità nei confronti della suggestiva tradizione centenaria del “panevin” ma anche un po’ in controtendenza attivando una parabola progressiva che va a trasfigurarne i connotati più banalmente folkloristici all’insegna della ricerca musicale ed artistica. Perché in fondo, anche con quantici salti generazionali, abbiamo sempre tutti delle paure da bruciare, dei brutti ricordi e dei fallimenti da disinfettare con il fuoco, la speranza di un nuovo inizio da celebrare: mentre il rito propiziatorio ci illuminerà con i riverberi delle sue fiamme Chevel officia il suo rito elettronico, con una line up che comprende anche Guido Modanese (Modes), Stefano Scattolin e Mudwise.

L’evento chiude la residenza d’artista del duo Rocco Donà e Mattia Parisolo, due artisti coinvolti dal Lago Film Fest che hanno concentrato la loro ricerca proprio sulla tradizione del “panevin”, i suoi retaggi antichi, le sue forme e i legami con il mondo contemporaneo. Il ranocchioso techno-panevin viene annunciato nell’area verde sulle sponde del Lago Santa Maria: con l’affievolirsi delle fiamme il rituale proseguirà al coperto in secret location.

Scritto da Fulvio J. Solinas