sab 10.09 2016 – dom 02.10 2016

Sculture della Terra

Dove

Ecomuseo della terracotta
via roma 10, ronco Biellese

Quando

sabato 10 settembre 2016 – domenica 02 ottobre 2016

La preposizione articolata variabile e itinerante è il biglietto da visita per una mostra i cui confini viaggiano non solo geograficamente: sculture della Terra, di Terra, dalla Terra. Arrivano dopo un lungo viaggio le opere scultoree di 52 artisti, selezionati durante un simbolico “cammino di Santiago” voluto dalle regioni Piemonte e Liguria. Tra l’inaugurazione alla Sala delle Mostre di Torino e Pollenzo, Spotorno, Faenza e altri ancora, le 70 opere in terra ceramica sono finalmente accolte all’Ecomuseo di Terracotta, Ronco Biellese, da Vittorio Amedeo Sacco e la Stendhal Gallery. Un anno dopo l’Expo 2015, promozione a larga scala della sostenibilità in termini ambientali, politici, civili ma anche e soprattutto culturali, la preposizione sembra nuovamente essere rimessa in causa: proteggere la terra o proteggersi dalla terra? Volto a risolvere l’enigma, il protagonista della mostra biellese è la zucca: dono della Terra all’uomo, questo è chiamato a proteggerlo per proteggersi, o sostentarsi, come il frutto protegge i suoi semi (o il suo futuro), presenti nelle opere dell’artista Giulia Alberti.
Riuscirà l’arte contemporanea, attraverso queste bambole russe, ad organizzare una “chiamata al fronte” mondiale?

L’area di Ronco-Vigliano s’impegna a promuovere una maggiore sensibilità all’ambiente attraverso due iniziative parallele, la XV Sagra del Pailet all’’Ecomuseo di Terracotta (1/2 ottobre) e Gli Orti de La Malpenga (17/18 settembre)

Dal 10 Settembre al 2 Ottobre, sabato e domenica e in settimana su prenotazione
Inaugurazione: sabato 10 Settembre h17:30

Scritto da Anna Pagani