mar 11.10 2016 – ven 16.12 2016

Margherita Moscardini - "Atlas. On the Human Condition, Places and Times."

Dove

Ex Elettrofonica
Vicolo di Sant’Onofrio 10, 00165 Roma

Quando

martedì 11 ottobre 2016 – venerdì 16 dicembre 2016

Quanto

free

L’immagine canonica che si forma nelle nostre menti quando pensiamo alla città ideale è quasi sicuramente quella della polis greca. Ci figuriamo l’acropoli con i grandi templi marmorei e i celebri teatri, anche se, in realtà, il suo vero cuore pulsante era rappresentato dall’agorà, la piazza del centro abitato. Un vuoto urbano, se ci riflettiamo. La filosofa politica Hannah Arendt scrive che la città è la gente riunita nel discorso pubblico e, come tale, questo è un fatto trasponibile ovunque. Quei vuoti urbani progettati per l’aggregazione, la sosta e la viabilità, quando sono riempiti sembrano realizzare il lavoro di chi li ha progettati, con l’ambiente materiale che fa da supporto dell’azione dei cittadini e da questa è riconfigurato Si può allora abbandonare la concezione di città vista in termini di ambiente costruito, in favore dell’immagine della moltitudine che la rappresenta. Su questo si concentra il lavoro di Margherita Moscardini, che muove le proprie riflessioni a partire da queste parole e le traduce in termini plastici, attraverso disegni di folle che calzano gli spazi e piccole sculture.

Scritto da Giulia Berardi