ven 30.09 2016

Regazness Boogie Show

Dove

Arterìa
Vicolo Broglio 1/E, 40125 Bologna

Quando

venerdì 30 settembre 2016
H 22:00

Quanto

gratis (€ 5 dopo mezzanotte)

Il primo appuntamento della nuova rassegna del Collettivo HMCF con il live di Klune e l’aftershow con Beyond Common Ideas e la Pro Evolution Joint.

Ce lo racconta Teo Filippo Cremonini:

Quello che il Collettivo HMCF fa da un paio di anni a questa parte non può passare inosservato. Ogni settimana un concerto in grado di portare quelli che un giorno saranno famosi, sul palco dell’Arterìa, spesso e volentieri a ingresso gratuito. Quest’anno i ragazzi – ancora intenzionati a sviluppare il progetto #BOACHELLA – tornano con maturità ad approcciarsi alla dimensione di entertaiment per le serate nella città di Bologna. Dalla A alla Z, per due Venerdì al mese, hanno creato una squadra in grado di riportare la BALOTTA (concetto puramente Bolognese) al centro del divertimento. Niente PR, niente liste, niente vestiario per gente giusta o pettinata nel modo migliore. Semplicemente BALOTTA, quella con sono cresciuti in questi anni o in passato hanno avuto qualche scazzo, cose da giovani Bolognesi alla ricerca sempre di una bazza per passare il proprio Venerdì sera. Musicalmente il primo appuntamento vedrà il concerto dei KLUNE (gruppo di cui molto presto sentiremo parlare) mentre hanno affidato gli aftershow a due realtà sempre #madeinBologna che hanno mostrato in questi anni, una certa credibilità nel loro genere di riferimento: BEYOND COMMON IDEAS (ormai esperti di musica elettronica e con una dimensione club ben strutturata) e la PRO EVOLUTION JOINT (sperimentatori seriali di nuovi generi e trend setter del mondo hip hop con le loro produzioni). Quindi musica dal vivo, filosofia house, post hip hop e come al solito amici che verranno a girare qualche disco più indie rock orecchiabile proprio nel locale di Vicolo Broglio 1/e.

Il tentativo come al solito è ambizioso, la qualità della proposta non è in discussione. Ora vediamo se c’è ancora balotta in città.

Scritto da Salvatore Papa