Dancity: i 10 live da non perdere

Abbiamo selezionato per voi i 10 momenti dell'edizione 2015 del Dancity a Foligno. Quelli da cerchiare in rosso nella vostra scaletta personale.

Scritto da Nicola Gerundino il 29 giugno 2015

Anche se la line up non è di quelle chilometriche, anche se Foligno non è la spianata del Glastonbury, la carne messa al fuoco per il Dancity 2015 c’è ed è anche succosa. Motivo per cui abbiamo deciso di selezionare per voi che avete messo al centro del mirino l’entroterra umbro per questo fine settimana, le 10 migliori esibizioni, tra live e dj set, del festival. Poi non dite che non ve l’avevamo detto!

Caterina Barbieri
Droni modulari paradisiaci che sconfinano in visual narcotici.

Gigi Masin
Un pioniere italiano dei suoni cosmici ed eterei. La sua seconda vita a sessant’anni dopo la pubblicazione della raccolta “Talk To The Sea” sull’etichetta Music From Memory.

Holly Herndon
Un mix di suoni, concept, visual e groove che sta riscuotendo consensi trasversalissimi. La ritroverete ovunque in cima alle classifiche degli album del 2015.

Lena Willikens
Quest’anno ha fatto capolino sulla label Cómeme di Matias Aguayo e sui migliori siti di elettronica con podcast cliccatissimi. È di Cologna ed è resident al Salon Des Amateurs di Düsseldorf. Ne sentirete parlare sempre più spesso.

Mumdance

L’epicentro della nuova scena club inglese, strappato a suon di ritmi spezzati e bassi “cold”. Musica che ancora poca gente ascolta in Italia e meno ancora la suona.

Objekt
La nuova frontiera della techno passa per i suoi dischi, a partire dal suo bellissimo esordio su Pan del 2014.

Roy Ayers
Funk, jazz e soul con un mostro sacro della musica tutta. Lui al vibrafono, voi con un bicchiere di rosso in mano.

Syracuse
Acid e 808 dalla Francia per un live tutto analogico in cui difficilmente si rimane fermi senza ballare.

Voices From The Lake
Un album italiano in cima alla classifica di Resident Advisor è un evento raro come una vittoria ai Mondiali. C’è riuscito il duo delle meraviglie formato da Donato Dozzy e Neel che con il loro album di debutto omonimo su Prologue.

Underground Resistance
Agli albori della techno con lo storico collettivo di Detroit che presenta il progetto full live band “Timeline”.