I migliori eventi del 2017

Milano, Roma, Bologna, Torino, Firenze, Napoli e festival italiani: al grido di 'Divertirsi è giusto' anche quest'anno ci siamo giocati la nostra dose abbondante di sonno, neuroni e fegato

Scritto da La Redazione il 22 dicembre 2017
Aggiornato il 9 gennaio 2018

20 anni di Zero a Macao © Daniele Fragale

Foto di Daniele Fragale

FIRENZE

Urs Fischer © Silvia Mannino
Urs Fischer © Silvia Mannino

MUSICA

Con un disco così elettrificato, percussivo e visionario come Invocation And Ritual Dance Of My Demon Twin c’era da aspettarsi che sul palco i Julie’s Haircut avrebbero fatto fuoco e fiamme ancora più che in passato. Nel 2017 la band emiliana ha pubblicato il suo settimo disco, primo sull’illustre Rocket Recordings (la stessa etichetta di Goat e Gnod) e anche grazie al sax cosmico di Laura Agnusdei ha regalato live dal tasso lisergico ai limiti della legalità.

Il suo ultimo album Avanti è probabilmente uno dei punti più alti dell’ormai fitta carriera di un musicista nato a Bologna, passato attraverso il Musicians Institute di Los Angeles, tra le fila di numerosi progetti e collaborazioni (tra cui, ormai lo sapete tutti, i Nine Inch Nails) e approdato a una carriera da solista variegata. La ricerca sonora qui incontra un percorso visivo che scava anche nella memoria personale dell’artista, incrociando le esperienze sensoriali soprattutto in sede live, con set incredibilmente suggestivi.

L’evento dell’estate fiorentina. In 50000 accorsi da tutto il centro-sud dello Stivale per una tripletta che non ospita solo i grandi classici di Thom Yorke e soci ma anche due “supporter” di livello come James Blake e Junun. Le vette di pathos sono quelle delle grandi occasioni, con una scaletta speciale che conferma il legame strettissimo fra i Radiohead e la culla del Rinascimento italiano.

Con quella voce e quella presenza destabilizzanti, Benjamin Clementine riuscirebbe a rendere allo stesso tempo intimo ed epico pure un concerto nella vostra cantina. Figuriamoci che live ha potuto regalare, una personalità così forte, una volta messa al centro di Piazza Duomo a Prato. E alla fine delle vacanze.

Si sono fatti attendere a lungo, ma alla fine sono tornati. Lo spirito guida è quello indomito di Mike Watt, insieme a lui due musicisti pazzeschi come Stefano Pilia e Paolo Mongardi. Una fila di date in Italia tra free jazz, psichedelia, avanguardia e il fuoco sacro del punk. “I came to play and I mean to play real gooooood!”.

NOTTE

Il Tropical Animals è l’appuntamento del giovedì che rende Firenze internazionale. Quest’anno con diversi nomi anche molto interessanti tra cui Avalon Emerson, lo showcase della Lobster Theremin o Massimiliano Pagliara. Il nostro preferito però è stato lui Kornél Kovács che esce su Studio Barnhaus.

Il grande passo dei ragazzi di Lattex Plus e per le grandi intenzioni e ambizioni vanno premiati: un festival open air di tre giorni. La line up era anche ben calibrata spaziando dagli Octave One, che in live regalano sempre dei grandi sorrisoni, a Hunee, che ha solo perle rare, passando per Palms Trax, uno dei talenti su cui puntare. Bravi ragazzi!

Il miglior party in piscina del centro Italia con allestimenti, animazione e un grande seguito di pubblico. Una sorta di spin off estivo dei party Fragola nato dalla mente di Philipp e dalla sua banda di fanatici del divertimento. Una festa diurna che fortunatamente allieta la piatta estate Toscana. E dove c’è bandaccia c’è garanzia di festa.

Finalmente la rivalutazione dell’hardcore e della gabber. In un momento di grave carenza di novità in ambito notturno si va a ripescare ancora di più nelle sottoculture e questa è una di quelle che indubbiamente ha più cose da raccontare, da far vedere e da far ballare. Bravissimo il nostro Pigro, ideatore del blog Gabber Eleganza, che la racconta da tempi non sospetti, e il buon Matteo Braccialini che l’ha portato a Firenze per il suo evento Disco_nnect.

Le serate di Autentica hanno sempre un profilo alto e una dimensione molto familiare, sia che si tratti di un appuntamento con l’impronta più live o puramente dj set. Con Alexander Nut, il fondatore della Eglo insieme a Floating Points, hanno messo a punto una grande serata e ci auguriamo che continuino sempre a fare del bene per noi clubber e non solo.

CULTURA


Base, lo spazio collettivo aperto da Maurizio Nannucci & Company, ha anticipato la celebrazione dei suoi vent’anni con una mostra di Richard Long, un bellissimo mud painting.

Bonami ha chiamato Urs Fischer per una grande opera pubbica: il risultato è stato letteralmente esplosivo, con una delle tre sculture (per fortuna in cera) che è rovinata sul pubblico, proprio quella del committente benefattore. Grande.

Il più rinascimentale degli artisti contemporanei nel suo tempio ideale: Palazzo Strozzi. Video rinascimentali, quadri in movimento. Divino

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8