A Bologna i poster contro l’omofobia di CHEAP

In via Irnerio 24 scatti in bianco e nero che ritraggono altrettanti baci di coppie gay e lesbiche, 24 fotografie per ricordare la strage di Orlando

Foto di Michele Lapini

Scritto da Ufficio stampa il 14 luglio 2016
Aggiornato il 27 luglio 2016

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

In via Irnerio a Bologna, sulle bacheche che da qualche hanno accolgono le affisioni di CHEAP – street poster art, sono stati installati i poster di Shoot Me!, un progetto fotografico in risposta alla strage omofoba di Orlando (USA) , dove il 12 giugno 49 persone sono state uccise all’interno del gay club Pulse.
Gli scatti sono stati raccolti in tre diverse città, Firenze, Milano e Roma: proprio a Roma, hanno fatto la loro comparsa i primi poster nella notte di sabato 19 giugno, in un’azione esemplare di guerrilla art anonima e collettiva che si è presto diffusa in altre città italiane, coinvolgendo spontaneamente l’aggregazione di tutti coloro che hanno sentito l’urgenza di condividere una reazione, mettendosi a disposizione del progetto, offrendosi allo sguardo pubblico, organizzando e auto finanziando le successive affissioni.
Anche CHEAP ha aderito al progetto scegliendo di ospitare i poster sulle bacheche di Bologna e di portare nelle strade della città storicamente legata all’attivismo LGBTQ Shoot me! – per non dimenticare la strage, denunciare l’omofobia e sostenere le nuove battaglie per i diritti delle persone lesbiche, trans, gay e queer.

www.cheapfestival.it
www.shootmeorlando.com

_DSC4146 copia

_DSC3980 copia

_DSC4107 copia

cheap-omofobia-bologna