Le migliori feste del Fuorisalone 2019

L'UNICA GUIDA NOTTURNA AI MIGLIORI PARTY DELLA DESIGN WEEK

Scritto da Emanuele Zagor Treppiedi il 1 aprile 2019
Aggiornato il 15 aprile 2019

Il clubbing, come il design, per noi è tutto l’anno, ma durante la Milan Design Week le occasioni per andare a ballare si moltiplicano.

Nonostante abbiamo archiviato definitivamente l’esperienza di Elita di Dino Lupelli, Alioscia Bisceglia, Claudio Fagnani, Lele Sacchi e Manfredi Romano, che per più di 10 anni ci hanno fatto ballare con il loro Design Week Festival, e quest’anno senza l’appuntamento danzereccio, free e open air di Inhabits, che organizzava diversi dj set in Piazza Castello, c’è comunque un botto di roba.

Non accontentatevi però di un dj set improvvisato in uno showroom servito con qualche tartina bagnata di prosecco tra l’ennesima rivisitazione di una chaise longue, di un garage trasformato in “location esclusiva” da trovare tra baracchini che vendono salamelle, o del festino in qualche bellissimo palazzo storico, tutelato perché patrimonio intoccabile e quindi sempre chiuso al pubblico. Non fissatevi ad avere per forza l’invito alla serata spacciata per esclusiva perché c’è tanta roba accessibile a tutti. Sia chiaro: perdetevi per le zone del design, imbucatevi ovunque, siate curiosi e fate tutto! Però alzate le antenne al richiamo della cassa, che deve percuoterti il corpo, e fatevi abbagliare delle strobo dei club che non ci abbandonano mai. Eccovi quindi le feste per noi imperdibili. Il listing completo con tanto di percorso suggerito lo trovate qui.

LUNEDÌ 8 APRILE

Che fai non inizi a festeggiare dal lunedì con pensando già all’estate e a bere un drink a bordo piscina? Occhio a non ingranare subito la quinta alcolica già dal primo giorno!

MARTEDÌ 9 APRILE

Due party democratici, quindi gratis e fighi: ballare in Porta Volta tra grattecieli e alberi con Tyler e la psichedelia live di James Holden in Santeria. Poi uno speciale Richie Hawtin portato da Antonioli per un contest di design, ma solo su invito. Tutto il resto, ed è un botto di roba, qui.

MERCOLEDÌ 10 APRILE

Dopo un giro in Piazza Affari al Design Pride, arrivate presto all’Ippodromo per l’opening party del progetto Leonardo Horse Project: in consolle Marcelo e un suo amico (nonché amico di Guè Pequeno). Oppure approfittatene per andare a vedere il nuovo progetto di Floristeria in Fabbrica del Vapore: c’è il signor dj set di mr. Francis Inferno Orchestra e del nostro storico Bruno Bolla.

GIOVEDÌ 11 APRILE

Se volete iniziare presto andate sul rooftop di Lambrate, che tanto ci è piaciuto lo scorso anno e che ora si chiama Panoramix presso Fromidabile. Sempre nello stesso stabile c’è il party di Highsnobiety in collaborazione con il brand United Standard di Giorgio Di Salvo e Slam Jam (il miglior distributore street wear d’Italia, riconosciuto anche all’estero). Se invece iniziate a sentire il richiamo del week end e della techno viscerale andate a Discosizer per il party di Resident Advisor.

VENERDÌ 12 APRILE

Finito l’Ape alle Piscine Argelati o quello in Terrazza Martini con Dj Tennis per la preview di Polifonic Festival o quello a Lambrate dai ragazzi romani di The Sanctuary, andate subito al Magnolia per non perdervi la band che suona live in chiave jazzy tutte le hit techno e house che conoscete. Poi che la notte sia con voi tra Dude, Magazzini, e Tempio ma noi caldeggiamo anche di non perdere una delle ultime apparizioni di Nicky Siano direttamente dallo Studio 54 e il party di Sauna in Conchetta dai ritmi sbilenchi.

SABATO 13 APRILE

Iniziamo dal pomeriggio sulla terrazza di Lambrate con il graditissimo ritorno di Classic, party del Tunnel che ha segnato la nightlife milanese; oppure con i ragazzi di Aquario a Masada che portano la bravissima Jane Fitz. Poi in serata ci spostiamo al Biko per un po’ di sana black music con il live di Alfa Mist e ci perdiamo nella notte tra Hunee e Paula Temple, il bravissimo Francesco Del Garda e l’affascinante ed eclettica Barely Legal. Per i fan della techno e delle serie tv c’è Recondite e per quelli in cerca del party free Jennifer Cardini in Santeria. Per chi vuole invece solo dj superstar, ma empatici, torna Peggy Gou.

DOMENICA 14 APRILE

Iniziate con una rifocillante colazione al Banco Deseo di Lavazza (e date un occhio anche alla programmazione settimanale: solo italiani da Baldelli a Coccoluto, passando per Milangeles). Poi non perdetevi il ritorno di Soundproof in un’altra location di Lambrate (che completa la triade con Panoramix e The Sanctuary) e chiudete scegliendo tra Discosafari con l’eclettica Marcelle o il party della label italiana Bosconi.

Ci vediamo l’anno prossimo. Noi partiamo per una clinica in svizzera.