Medieval KNights: 6 pezzi che piacciono a Stefano Pilia

Il chitarrista dei Massimo Volume è ospite il 2 luglio della rassegna curata da Ombre Lunghe, Maple Death Records e IMAGO

Scritto da Salvatore Papa il 25 giugno 2015
Aggiornato il 7 luglio 2015

Dopo i due appuntamenti di IMAGO il cortile del Museo Civico Medievale si è aperto anche alle Medieval KNights, sei progetti live in tre serate grazie alla collaborazione fra Ombre Lunghe, Maple Death Records e IMAGO. Ospiti del secondo appuntamento, il 2 luglio, oltre al trio toscano Umanzuki (ne parliamo qui), Stefano Pilia (Tannen), già in formazione con Massimo Volume e In Zaire, con il suo ultimo lavoro fra avant-rock e fingerpicking.

Per arrivare preparati, gli abbiamo chiesto una lista di pezzi che riassumono bene le sue influenze. Godeteveli.