Supporta Inferno Store

Il “negozio atipico’ di cultura e musica DIY lancia una raccolta fondi per ampliare e organizzare al meglio lo spazio, anche per nuove attività sociali

Scritto da Chiara Colli il 9 gennaio 2021
Aggiornato il 10 maggio 2021

Fra i vari tarli che ci hanno rosicchiato le cervella in questo 2020, tra i più molesti e rumorosi c’è quello di ritrovarci sani e salvi dopo la pandemia, ma circondati da un deserto culturale fatto di serrande abbassate, piccoli circoli e club chiusi, spazi di produzioni dal basso che diventano solo un lontano ricordo, realtà indipendenti che lasciano il vuoto in favore delle grandi multinazionali, degli acquisti online o della fragile e distorta accezione di “rete” dei social network. Lo ripetiamo da mesi: mantenere in vita le realtà di cultura indipendente e i luoghi di aggregazione è una priorità assoluta per scongiurare un ulteriore impoverimento della città, della sua storia più o meno sommersa fatta di sottoculture, di resistenza attiva e creatività dal basso. In questo senso va la call to action lanciata da Claudia Acciarino e Martina Ronca, mente e cuore di Inferno Store, uno dei riferimenti intergenerazionali della controcultura nella Capitale che come molte piccole realtà indipendenti sta faticando per resistere e presidiare il territorio, ma che è comunque ancora capace di guardare in maniera concreta e propositiva al futuro.

Condivisione, rispetto, qualità, etica e sostenibilità le parole chiave con cui le indomite Claudia e Martina hanno lanciato una raccolta fondi che non mira solo alla sopravvivenza di Inferno come “negozio atipico” di cultura DIY (dai fumetti alle fanzine, dai libri introvabili ai dischi, dalle presentazioni ai live instore) ma che lancia il cuore oltre l’ostacolo con un progetto a lungo termine che trasformi una parte di Inferno in spazio polifunzionale a disposizione della comunità per attività partecipate e come sede dell’Associazione costituenda di promozione sociale e culturale “WOODoo” (sempre in capo a Martina e Claudia), uno spazio aperto disponibile per la consultazione di libri, riunioni per collettivi e gruppi informali, luogo per prove teatrali e lezioni di musica, proiezioni cinematografiche, workshop formativi, spazi per postazioni smart-working. In tempi di crisi, c’è bisogno di idee forti, concretezza e propositività: QUI la raccolta fondi (chi contribuirà a sostenere la causa verrà “ricompensato” con il merch pazzo realizzato dal Dr. Pira), di seguito Claudia e Martina ci danno maggiori dettagli sul progetto e sulla sua nascita. In fondo gli orari natalizi e gli sconti in negozio e on line. Support your local scene, support Inferno Store.

Inferno dall'esterno (logo di Francesco Niccolai)
Inferno dall’esterno (logo di Francesco Niccolai)

PREMESSE
«Come sapete, durante questi mesi la nostra realtà non si è mai scoraggiata e ha continuato a fare, inventare e reinventarsi per offrire musica, concerti, presentazioni di libri, mostre, progetti editoriali e creativi – dal vivo e ove non possibile in streaming. Lo ripetiamo ancora: non siamo solo un negozio, ma il negozio è il motore economico di un luogo culturale, attivo, sociale e condiviso. Il progetto che abbiamo lanciato con questa raccolta fondi prevede di ampliare e organizzare attività che sono già parte di Inferno Store, dando loro finalmente il giusto spazio e risalto. Inoltre abbiamo pensato a una raccolta fondi in linea con questi principi, che alimenti una filiera virtuosa e porti avanti un determinato modo di pensare».

PERCHÈ SOSTENERE
«La realizzazione del progetto necessita di un’idea di condivisione partecipata che venga dal basso. Non solo da coloro che si sentono già parte del movimento sociale e culturale che in qualche modo Inferno Store rappresenta, ma anche di quanti possono capire e sentire l’importanza di uno spazio a misura di comunità, semplice da gestire anche in situazioni di emergenza, che predilige l’aspetto sociale e culturale a quello strettamente commerciale o consumistico dei beni. Questa raccolta fondi é un appello e un invito a tutti per capire che basta veramente poco per far vivere i posti e non solo aiutarli a “sopravvivere”. Per noi è necessaria, anche perché economicamente stiamo faticando come tante altre realtà, ormai da mesi, siamo quasi allo stremo delle forze: ci siamo perfettamente rese conto che da quando siamo rientrate a settembre, dopo un primo barlume di speranza, le persone stanno ripiombando nella più nera depressione e assenza di prospettiva per i propri progetti e quelli della comunità. Non si deve permettere che questo accada, non possiamo perdere tempo prezioso in questo senso. Non bisogna pensare positivo, ma pensare diverso, etico e sostenibile. Rispetto al problema generale che stiamo vivendo con la pandemia e la crisi economica – che non passeranno in breve tempo – chiedere un semplice contributo d’emergenza non sarebbe risolutivo per noi e per nessuno, e non possiamo non offrire qualcosa come sempre di concreto e tangibile per la nostra comunità di riferimento e per la città di Roma».

Non bisogna pensare positivo, ma pensare diverso, etico e sostenibile

FINALITÀ
«Stiamo sì parlando della sopravvivenza dello spazio, ma anche, soprattutto, della sua vita. Quindi tutto l’aiuto economico, che è comunque molto urgente, servirà in prospettiva per rilanciare e ripartire da basi importanti: spazi condivisi, persone, umanità, individualità, sostenibilità. Va fatto qui e ora. La socialità di un certo ambiente e tipo a Roma che si sta perdendo anche a causa della situazione attuale va ripensata e ri-condivisa, scansando a lato quel vortice in cui la maggior parte delle persone si sente gettata in un vuoto e una depressione senza via di risoluzione. Noi non siamo un negozio e basta, siamo un posto che vende – perché non ci finanzia nessun altro se non chi acquista in negozio e noi col nostro lavoro e il nostro tempo – in grandissima percentuale prodotti artigianali, indipendenti, limitati, sostenibili, di piccole realtà e autoproduzioni, che vanno dalla musica al fumetto passando per la letteratura e la serigrafia. Tutto per offrire gratuitamente dei servizi e delle attività di tipo culturale, sociale e anche politico. Il nostro progetto è quello di poter rendere nuovamente agibile al pubblico il piano inferiore di Inferno e riorganizzare al meglio gli spazi di quello superiore, attraverso dei lavori importanti ed economicamente impegnativi. Una volta ultimato, questo nuovo luogo sarà al massimo delle sue potenzialità, a disposizione della comunità, in qualità di un nuovo negozio quotidianamente polifunzionale, non solo per eventi singoli e programmazioni specifiche, così come sarà anche sede dell’Associazione “WOODoo”. Si ospiteranno in maniera continuativa e partecipata attività culturali e sociali, promosse da tutti i membri dell’associazione e aperte al territorio, e il nuovo spazio sarà sempre disponibile per la consultazione di libri, riunioni per collettivi e gruppi informali, luogo per prove teatrali e lezioni di musica, proiezioni cinematografiche, workshop formativi, spazi per postazioni smart-working».

COME SUPPORTARE
«L’idea è di coinvolgere man mano vari artisti, illustratori fumettisti, legati a noi e alla nostra storia per fare delle ricompense speciali e uniche. Stampate e serigrafate a mano da Screamprinting. Questo anche per ricordare la filiera virtuosa che si vuole prediligere nel negozio e per far capire che una raccolta fondi di un certo tipo non è mai unilaterale e votata solo a un soggetto ma innesca sempre un nuovo inizio in cui in tanti possono trarne dei benefici, in primis chi dona».
TRE modi per supportare la call to action di Inferno, al link del crowdfounding anche tutti i dettagli su modalità per contribuire, spedizioni e trasparenza della campagna:
– Con offerte libere
– Con ricompense fisse (maglia e shopper di Inferno)
– Con ricompense speciali (la prima valida fino al 19 dicembre in pre- order con LA MAGLIETTA e LA SHOPPING BAG GUGOL by Dottor Pira)

ORARI DI APERTURA NATALIZI
Tutti i giorni // 10:00 – 20:00
24 e 31 dicembre // 10:00 – 16:00
25, 26, 27 dicembre CHIUSO

OFFERTE DI NATALE
Dischi usati hip hop/rnb a 3 euro
Promo libri acquisti 3 paghi 15 euro
Lp a 5 euro
Selezione di Lp al 20% di sconto
Promozione Cd acquisti 5 paghi 10 euro