Tutto Molto Bello: le interviste preliminari a Primavera Sound e Bomba Dischi

Il confronto tra le teste di serie del torneo di calcetto per etichette indipendenti.

Scritto da La Redazione il 30 agosto 2015

Anche quest’anno per entrare nel vivo di Tutto Molto Bello abbiamo intervistato e messo a confronto alcune squadre partecipanti, per carpirne lo spirito, la furia agonistica e le differenze. Oggi è il turno della squadra spagnola del Primavera Sound e dell’etichetta Bomba Dischi, che ha scelto come personaggio simbolo della sua filosofia calcistica Johan Cruyff (foto in alto).

Cosa vi piace di questo torneo?

PRIMAVERA SOUND: L’idea in se stessa è geniale, una scusa formidabile per far sì che la scena indipendente si incontri in un ambiente incredibile.

BOMBA DISCHI: La cosa che ci piace di più di questo torneo è che lo vinceremo.

Qual è la squadra del torneo che “ti sta più sulle palle”?

PRIMAVERA SOUND: La migliore seconda.

BOMBA DISCHI: Le dichiarazioni alla stampa si sa, lasciano sempre il tempo che trovano. Preferiamo “farci sentire” sul campo.

Nella musica come nel calcio c’è l’ottimo gioco di squadra e i fuoriclasse solisti. Se dovessi scegliere, quali prenderesti come ottimi esempi? Sia musicalmente che calcisticamente…

PRIMAVERA SOUND: Messi, senza dubbio, come gioco solista. Sempre sorprendente come Nick Cave.

BOMBA DISCHI: Sono essenzialmente due facce della stessa medaglia. A livello assoluto gli Arcade Fire sono la band che ha espresso il miglior gioco di squadra negli ultimi anni. Zinedine Zidane è stato forse l’unico geniale fuoriclasse post Maradona in grado di “vincere da solo”, restando fuori mentalmente dalle logiche del calcio business. diciamo che sono due ottimi esempi in un senso e nell’altro.

In quale posto di Bologna andreste a festeggiare in caso di vittoria? E come festeggereste?

PRIMAVERA SOUND: La stiamo già festeggiando!

BOMBA DISCHI: Il nostro obiettivo è far traboccare la Coppa di vino rosso è farla girare seduti attorno ad un tavolo di tortelli, arrosti e bolliti dall’ottimo Bertino in via Lame.