Il festival delle Arti in Giudecca

Tre giorni di eventi diffusi nel cuore dell'isola, con Andrea Segre, Coro delle Lamentele e Queen of Saba, associazioni, teatro, libri...

Geschrieben von Naadir Sanudo il 10 September 2020
Aggiornato il 11 September 2020

Camminando in Giudecca, quando si passa davanti all’ex convento intitolato ai santi Cosma e Damiano, in campo, nell’ora giusta, la mattina prestissimo, è possibile incrociare un gruppo di pescatori che lavora: armeggiano con i loro attrezzi antichi tra la fondamenta e le barche ormeggiate in rio santa Eufemia. Questi “operai del mare e della laguna”, autentici fossili viventi di un modo che sta scomparendo, sono anche tra i protagonisti del film che Andrea Segre ha presentato in questi giorni alla mostra del cinema, “Molecole”. C’è dunque un legame forte e intimo, diciamo pure endemico, tra questo lungometraggio e i luoghi dove sarà proiettato, domenica sera, per il gran finale del Festival delle Arti in Giudecca. “Gran finale”? Sì, perché il nome di Segre, rappresenta senza dubbio il punto più alto di un programma molto articolato, eterogeneo, multidisciplinare, diffuso. Scuole di danza, presentazioni di libri, banchetti di associazioni, concerti: è tutto molto local, forse un po’ ruspante, certamente giudecchino. Il festival delle Arti, giunto alla sua decima edizione, rappresenta l’anima profonda e vernacolare di un’isola che diventa paradigma dell’intera città sull’acqua. E allora Giudecca sia! Per tre giorni, tra campi, calli, fondamenta e ponti, torniamo a miscelare i molteplici strati di una vita fatta di acqua e fango, architetture meravigliose, voli pindarici. Qui si unisce sacro e profano, registri altissimi e momenti pop. Tanto teatro, anche amatoriale, inserimenti musicali, laboratori, qualche perla e tanta genuina venezianità: si parte alla pari e si punta a raggiungere la pietra più alta, come nel gioco a cui si ispira questa edizione, intitolata “Piera Alta”, l’arte di elevarsi. L’importante è provarci. Il vecchio gioco da campo aveva (e ha) come scopo, ad un dato segnale, correre e salire su un rialzo qualsiasi, un gradino, una pietra, la base di un pozzo, una panchina. È proprio a questo gioco che si ispira ad esempio l’installazione mobile del collettivo di architetti De Perspective. Inseguiteli nei loro spostamenti, così come inseguite gli eventi di questo programma-labirinto, dal sofisticato elettropop di Queen of Saba al veracissimo Coro delle Lamentele, passando per l’incontro con Elisa Fuksas alla Marco Polo, con Tiziana Plebani, e un banchetto dell’associazione Venice Calls. Se poi vi perdete, meglio. Tanto in questo periodo siamo tutti un po‘ persi.

VENERDÌ 11/09

10.00 – 19.00:  LAV Lega Anti Vivisezione, tavolo informativo, Pontile Palanca, Fermata S. Eufemia
15.00 – 19.00:  Ass. Red Carpet For All & Venice Calls Venezia Genti, tavolo informativo, Pontile Palanca, Fermata S. Eufemia
16.00: Inaugurazione Festival, a seguire reading poetico di Sabrina e intervento musicale del SuperMaxTrio, Ponte Lungo
17.00 – 21.00: De Perspective “Tre piere”, installazione mobile, Itinerante da Campo S. Cosmo
18.00: Coro delle lamentele di Venezia, itinerante da Ponte Lungo
18.30 – 22.00:  Libri Lib(e)ri, mercatino libri usati, Corte dei Cordami
18.30: Sellotape Acoustic Duo,  flamenco, ballate e ironia, Corte dei Cordami
19.30:  Soto Aqua a.s.d. Videoproiezioni, Corte dei Cordami
20.00: Punk Y Nada, indironico, Corte dei Cordami
21.00: Collettivo Confluenze, Intertidal Barene, Corte dei Cordami
21.30: Queen of Saba, elettro pop, Corte dei Cordami

Queen of Saba

SABATO 12/09

9.00 – 18.00: De Perspective Tre piere Installazione mobile, itinerante da Corti Grandi
15.00 – 19.00: Ass. Red Carpet For All & Venice Calls, tavolo informativo, Pontile Palanca, Fermata S. Eufemia
15.00: Yarnbombing Giudecca, presentazione progetto, Corti Grandi
16.00:  Associazione Red Carpet For All, Laboratorio di fotografia, Calle del Teatro
16.00: Associazione Teatrale Mariella, Fazzoletto di nubi,  area casette
16.00: Tiziana Plebani, Storie di creatività e di autonomia nelle mani delle donne, Corti Grandi
16.00: Dimateria, D’istanti (performance), Ponte lungo
16.30: Ass.Teatro del Go, Compagnia Ghe Gera Na Volta, Le stagioni di Pippo (spettacolo di burattini), Calle del Teatro
17.15: Muranero, afrobeat, area casette
17.16: Stefania Bertelli, Le ville Hériot alla Giudecca. Una storia europea del Novecento, Presentazione libro, Villa Herion
17.30: Ladra di Perle, Sfilata di collane e monili, itinerante da Fermata Santa Eufemia
17.30: Beatrice Giai Gischia, Gorgò la regina di Sparta, presentazione libro, Corti Grandi
18.00 Classe di Acting del C.T.R. & CineClub Venezia NAVIGATOR, performance partecipata Itinerante da Fondamenta san Giacomo
18.00 -21.00: De Perspective “Tre piere”, installazione mobile, Itinerante da Campo S. Cosmo
18.30 – 22.00: Libri Li-b(e)ri, mercatino libri usati, corte dei Cordami
18.30: Longstoryshort, rock dai ’60 ad oggi, corte dei Cordami
19.00: Veronica Foconica Aerial Circus, cabaret circense, ex Cantiere Lucchese
19.45:  Jack Moody Band, corte dei Cordami
21.00: Happy Krisma!!!, tecnopop, Corte dei Cordami

 

Deperspective

DOMENICA 13/09

9.00 -12.00: De Perspective “Tre piere”, installazione mobile, Itinerante da Campo S. Cosmo
10.00 -19.00:  LAV Lega Anti Vivisezione, tavolo informativo, Pontile Palanca
10.00: Bruce Boreham,  English in Song Lezioni d’inglese in canto (3481456574), Campo Junghans
15.00 – 19.00: Ass. Red Carpet For All & Venice CaIIs, tavolo informativo, Calle del Teatro
12.00 – 21.00: De Perspective „Tre Piere“, installazione mobileItinerante da Fermata Santa Eufemia Ovest
12.30: MDM, cantautorato, Fondamenta San Biagio
16.00:  Deposito Bagagli,  oficina Pronto Intervento Creativo, „Alta Piera, navigando a vista“, video performance, Convento ex Cosma e Damiano
16.30: Associazione Ga-maka, workshop di danza classica indiana Bharatana-tyam, Convento ex Cosma e Damiano
16.45: Gruppo CI-VE, Contact Improvisation Venezia, Campo Junghans
17.00: CTR Venezia e INDACO, Indomite Incursioni di Danza, Campo Junghans
17.00: L’incanto, jazz pop, Santa Eufemia Ovest
17.30: Circo Umile Spettacolo di circo da strada, Campo Junghans
17.44: Combo Suonda, musica improvvisata con i segni, Campo Junghans
18.00:  Ferah Soul Circle Danza Sufi, invito alla meditazione danzata, Fondamenta San Biagio
18.00: Elisa Fuksas „Ama e fai quello che vuoi“ in conversazione con Anna Toscano, Libreria Marco Polo
18.30: Eros Rovoletto, Poesie in libertà, Santa Eufemia Ovest
18.30: Associazione Choreusis Verso il porto. Rito per un viaggio Danza contemporanea, Convento ex Cosma e Damiano
19.00: Associazione Gamaka Spettacolo di danza classica indiana, Convento ex Cosma e Damiano
19.00: Modonoto 4et,  jazz, Campo Junghans
19.30 – 22.00: Libri Li-b(e)ri, mercatino libri usati, Corte dei Cordami
20.30: Andrea Segre Molecole proiezione, Corte dei Cordami

 

Teho Teardo