Seminare speranza e raccogliere arte in via Piave

Sabato 25 il progetto "Semina" si conclude con una serata ricca di eventi tra piazzale Bainsizza e il parco di via Sernaglia: performance, installazioni e musica per una rigenerazione urbana possibile

quartiere Mestre

Geschrieben von Naadir Sanudo il 22 September 2021

Una delle cene di quartiere promosse da "Semina"

Foto di Lorenza Cini

Lo avevamo già detto qui, In Mestre we Trust, e continuiamo a crederci, a raccontare le iniziative che riqualificano davvero le zone più „difficili“ della terraferma. Si tratta di „seminare“, costantemente, e ogni tanto anche di „raccogliere“. La festa del raccolto stavolta è in programma sabato 25 settembre ed è così che vogliamo evocare gli ultimi eventi del programma Semina-Terreni Creativi, una serie di attività artistiche e culturali che da aprile sta animando il rione Piave con tanti eventi gratuiti e aperti a tutti.

Il progetto è nato dalla collaborazione tra le associazioni mestrine Gruppo di Lavoro di via Piave, Nicola Saba, Live Arts Cultures e il gruppo informale Momec. Performance, laboratori, spettacoli, installazioni, concerti e momenti aggregativi negli spazi verdi di via Sernaglia, piazzale Bainsizza e giardini di via Piave: tu chiamala se vuoi „rigenerazione urbana“. «Tanti cittadini quest’estate hanno partecipato agli eventi proposti, dimostrando il forte desiderio di riappropriarsi di luoghi in cui è possibile portare delle realtà professionali che sanno garantire interesse e qualità» spiegano gli organizzatori in una nota.

Il programma dell’ultima serata di „Semina“ è densissimo: si parte alle 18 nell’area verde a lato del Centro Civico di via Sernaglia con la presentazione di Gardem-Giardino della Memoria Comune, l’installazione permanente che mira a rigenerare nel lungo periodo questo spazio pubblico. Alla 18.30 ci sposta in piazzale Bainsizza con Cosimo – per chi vorrebbe vivere sugli alberi, restituzione performativa del laboratorio di danza verticale realizzato da maggio a settembre tra gli stessi alberi di Bainsizza. Infine, dalle 19.00, ritorno presso i giardini di via Sernaglia (fronte centro civico) con il concerto conclusivo a cura dell’ensemble cameristico New Landscapes.