I portici a Bologna sono compagni inseparabili (più di 38 km solo in centro). Dalle buie giornate invernali, quando li benedici se diluvia, sino alle sere d’estate dove il continuo via vai di umanità varia non ti tradisce mai. Passerelle modaiole, pisciatoi pubblici, casse armoniche per musicisti, rulli trasportatori di giovinezza e ring notturni per spacco-bottija-amazzo-famija: sotto i portici, per fortuna, non ci si annoia mai. Ma sono un piacere a termine – il coprifuoco scatta dalle h22 – per chi vuole starsene con un bicchiere davanti all’uscio di un bar.

Ecco allora la nostra personale classifica di locali che, grazie a qualche tavolino all’esterno, consentono ancora di godere di questo teatro quotidiano sorseggiando un cocktail o un caffè.