Basilica di San Giorgio Maggiore

ZERO here: si concentra sui dettagli

Foto di Wolfgang Moroder

Contacts

Basilica di San Giorgio Maggiore Isola di San Giorgio Maggiore, 1
Venezia

Time

  • lunedi 9–19
  • martedi 9–19
  • mercoledi 9–19
  • giovedi 9–19
  • venerdi 9–19
  • sabato 9–19
  • domenica 9–19

Please always check the reliability of the information provided.

Qui il Tintoretto ambienta il cruciale passaggio biblico dell’Ultima Cena in una taverna veneziana della sua epoca. Siamo in un’osteria del 1594: immersi in un convivio a tinte dark dalla prospettiva obliqua, tra luci mistiche, ampolle di vino, inservienti indaffarati, angioletti che sembrano fantasmini e i dodici apostoli in pose teatrali. Questo grande telero (quasi 6 metri per 3 metri e mezzo) si trova sulla parete destra nel presbiterio, di fianco all’altare, e ritrae il momento dell’eucarestia. “Gnam”. L’ultima cena non è che uno dei tesori custoditi all’interno della chiesa. Pardon, “Basilica”. Nel marzo del 1900 il papa Leone XIII eleva l’edificio di firma palladiana al rango di “basilica minore”. I monaci benedettini che ancora popolano l’isola-monastero di San Giorgio Maggiore, chiuso il portone d’ingresso, possono dedicarsi alla loro devozione tra i dipinti del Tintoretto senior e del figlio Domenico, di Palma il Giovane e di Jacopo Bassano. Da fuori, da vicino, da lontano la facciata dall’originale schema “templare” sembra splendere di luce propria. È l’effetto della pietra d’Istria, bianca, bianchissima. Continuate il tour scoprendo le altre meraviglie di quest’isola. Intanto un assaggio:

L’ultima cena – Tintoretto

Ecco alcune dritte aggiuntive.
Orari: da aprile a fine ottobre dalle 09:00 alle 19:00; da novembre a marzo 08:30 – 18:00. Attenzione: la domenica le visite sospese dalle 10:40 alle 12:00. Ingresso libero alla chiesa, per salire il campanile invece si paga 6 euro (ridotto per studenti under 26, over 65, residenti e gruppi superiori alle 30 persone 4 euro)