Trattoria Bon... Bon!

ZERO here: vi va anche a piedi sotto la pioggia per i tajarin e i carciofi fritti.

Foto di Stefano Demarie

Contacts

Trattoria Bon... Bon! R. Martorelli, 43
Torino

Time

  • lunedi chiuso
  • martedi 12:30–14:30 , 19:30–22:30
  • mercoledi 12:30–14:30 , 19:30–22:30
  • giovedi 12:30–14:30 , 19:30–22:30
  • venerdi 12:30–14:30 , 19:30–22:30
  • sabato 12:30–14:30 , 19:30–22:30
  • domenica 12:30–22:30 , c–h

Please always check the reliability of the information provided.

Tips

Prices

Written by Arrigo Razzini il 27 May 2015
Aggiornato il 25 June 2015

Chissenefrega se l’estetica è quella della trattoria di periferia, chissenefrega se via Martorelli è a casa di Dio, chissenefrega se piove e sono a piedi. Periodicamente, mi capita di sentire il bisogno fisiologico della cucina del Bon…Bon! Davide Roggero, lo chef, è un uomo di sostanza, uno di quelli che senza troppe menate sanno spremere le materie più povere e imbastire un menu che leggerete a lungo, e sbavando. I piatti sono tanti, se è la prima volta che ci andate vi consiglio di scegliere un degustazione, poi, con il tempo, comincerete ad affezionarvi ad alcune portate. Io per esempio non riesco a rinunciare al brie fritto con salsa di mirtilli, alla polentina con la salsiccia, al vitello tonnato, agli gnocchi al castelmagno, ai tajarin di castagne con ragù di cinghiale, alla trippa, alle scaloppe ai carciofi, ai carciofi fritti e poi ai dolci, alla panna cotta… e bon… bon!

Ad could not be loaded.
Ad could not be loaded.