Planetario di Torino, Museo dell'Astronomia e dello Spazio

ZERO here: si perde tra gli astri

Contacts

Planetario di Torino, Museo dell'Astronomia e dello Spazio Via Osservatorio, 30
Pino Torinese

Time

  • lunedi chiuso
  • martedi 09:30–15:30
  • mercoledi 09:30–15:30
  • giovedi 09:30–15:30
  • venerdi 09:30–15:30
  • sabato 14:30–19:30
  • domenica 14:30–19:30

Please always check the reliability of the information provided.

Written by Marty Party il 22 May 2017
Aggiornato il 23 May 2017

La storia dell’Osservatorio astronomico di Torino risale al Settecento, quando ai sovrani di Savoia venne voglia di espandere il loro controllo anche sui fenomeni che stanno sopra all’amata capitale Sabauda. Dopo una serie di spostamenti e di strutture barocche e soprattutto con l’avanzamento tecnologico, all’inizio del novecento gli scienziati torinesi si sentono di spostarsi dal centro e stabilirsi in “collina”, su uno dei promontori di Pino Torinese, dove ora sorge la cupola dell’osservatorio astronomico, centro tutt’ora adibito alla ricerca ad uso esclusivo degli astrofisici. Da esattamente dieci anni anche i comuni mortali possono accedere allo spettacolo dello studio degli astri, facendo visita al museo Infini.to: una struttura futuristica che mima attraverso vetro e acciaio una gigante rossa (tipo spettacolare di stella) e un buco nero, e che ospita eventi musicali sperimentali, cinema all’aperto e workshop.