Il Link diventa hub culturale e riparte con la rassegna Refresh

Written by Gloria Scianna il 9 July 2020

Tra le conseguenze più significative della pandemia c’è stata certamente una riscoperta del valore della prossimità. Parola che affiancata al Link suona sicuramente strana, poiché il Cubo di via Fantoni di vicini ne ha ben pochi. Eppure l’associazione Link 2.0 che da qualche tempo ha ricevuto il testimone dello spazio con approccio pragmatico ha scelto di guardare ai punti di forza della propria posizione geografica e sfruttare le ampie metrature interne ed esterne per unire varie realtà che hanno proprio bisogno di un centro di aggregazione. La prossimità, insomma, è il momento di farsela da sé radunando tutti coloro che credono in un nuovo progetto di rigenerazione artistica da realizzare ai confini della città.

Dall’11 luglio al 26 settembre, LINK – Refresh sarà la rassegna che avvierà questo nuovo corso fatto di cultura, momenti didattici, innovazione digitale ed economie circolari locali.

Ogni giorno del weekend avrà una propria programmazione specifica tra workshop, conferenze, installazioni, street food, eventi di cinema e di musica per tornare a condividere il complesso ai margini del Pilastro.

Il venerdì è il giorno dedicato ai workshop e ai laboratori di autoproduzione della Link Academy, di Binary.System.Lab (audiovisivo) e Urban Link (djing, beat-box, web radio); la giornata più densa sarà quella del sabato con un’area market, una zona street food affidata a La Svolta – Cucina di Ragione con prodotti biologici e a km0, i lavori proposti dai giovani provenienti dalle Accademie e dai Conservatori di Bologna, Rimini e Piacenza  e una parte musicale notturna con due potenti soundsystem; la domenica, infine, il cinema all’aperto a tema clubbing curato da Kinodromo e un mercato di quartiere (a settembre).

E, ancora, attività di sostegno alle persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, tramite vendita di abbigliamento, oggetti musicali e oggettistica; conferenze nel campo dell’accessibilità a cura dell’associazione di Parma Frega Project; un laboratorio teatrale esperienziale dell’associazione culturale DaiMò.

Si parte questo sabato, 11 luglio, con la presentazione del progetto di restyling e inaugurazione del totem/faro all’ingresso, la presentazione della rassegna e dei progetti attuali e futuri e un grande party con Kobold&Computer Numerical Control, Quiet Sunday, Dangeli, Max Miranda, WHP, Mint Sound, Led X e Granata.

L’accesso è consentito ai soli tesserati AICS e sarà libero per le giornate di venerdì e di domenica mentre sarà contingentato e soggetto a prevendita/registrazione su www.boxerticket.it nella giornata di sabato. Tutte le info sono presenti sui social del Link Bologna e presto sul sito www.link.bo.it.