Senti come suona Camporella Record Fair

Written by La Redazione il 2 September 2021
Aggiornato il 3 September 2021

Domenica 5 settembre torna al Powstar Cinema Club di Parma la seconda edizione di Camporella, la fiera del disco che riunisce negozi storici, collezionisti privati ed etichette indipendenti, con decine di migliaia di dischi, tra classici di ogni genere, novità, rarità. Si parte a mezzogiorno e dopo il tramonto comincia la festa con Aura Safari, Leo Mas, Andrea Tempo e tanti altri.

A tutti gli ospiti abbiamo chiesto di indicarci un brano che raccontasse un po’ di loro e ci facesse entrare nell’atmosfera.
Ecco cosa ci hanno mandato.


Andrea Tempo: Colored Music – Heartbeat
Ho scelto questa oltre perché è una delle mie tracce preferite da “sempre”, anche per il titolo. Heartbeat è quello che muove tutto, ogni passione ogni azione nelle nostre vite sono cadenzate sia dal battito del cuore che dal battito delle nostre passioni. Così anche sarà il 5 di settembre.

ANMA: Kiefer – What A Day

Aura Safari: Aura Safari – Dreams of Music
E’ il brano di apertura dell’EP “Hotel Mediterraneo” uscito su Hell Yeah Recordings. Un groove tra new age e balearic con una ricca musicalità, strumenti a fiato e synth della Korg M1 che risplendono calorosamente mentre ci si avvicina al tramonto.

Background Music Shop: Bicep – Glue
Tra passato e futuro come vinile e loop digitali. Secondo noi, un connubio perfetto anche per Camporella.

Bosconi: Untitled Bosco
Una release Vinyl Only mai distribuita, fatta uscire solo tramite Bandcamp a Natale 2020 (anche se prodotta nel giugno 2019).

Cognitiva: Beanfield – Human Patterns
È la Track che dà il nome a questo album stupendo del 1999. Questa sarà la prima volta per me a Camporella ma immagino tantissime belle persone con la stessa mia passione per la musica, colori, suoni, culture diverse che si incontrano… L’artwork dell’album mi dà queste emozioni, insomma, uno “Human Patterns” colorato che sprigiona un unico messaggio di unione e amore per la musica.

Davide D’Amico: Teruo Nakamura – Morning Mist
Una traccia che mi ha fatto pensare alla fiera perché mi ricorda quando, a una delle mie prime fiere, l’ho scoperta. Cambiò la mia giornata, ne fui davvero felice! Emozioni che nessun negozio online potrà mai sostituire. Ogni volta che vado a una fiera penso (e spero!) sempre che possa ricapitare, scoprire nuovi dischi che difficilmente toglierai dalla borsa e quindi spero che succederà anche a Camporella!

Fabrizio Vacondio: Tony Silvester – Pazuzu
Ho scelto questo brano prima di tutto perché come DJ sono legato al panorama della disco music anni 70. Lo vedrete come ultimo pezzo della playlist perché lascerà un bel ricordo per un arrivederci. Come segno di libertà, contro ogni forma di discriminazione sessuale e il sogno di tornare tutti alla normalità.

Flexi: Club Soda – Manifesto Jam
Come traccia per Camporella ho scelto questa qui, dei Club Soda. Un singolo uscito su una collection lo scorso dicembre. “Manifesto Jam” un po’ come traccia manifesto di un movimento, di una rete, una condivisione di idee… E poi il ritmo e la vibrazione è favolosa (808 downtempo + microkorg e giro di basso favoloso). Non è uno spot per Flexi Cuts eh… Ma veramente secondo me una traccia un po’ simbolo nonostante molto sconosciuta.

Four Flies: Alessandro Alessandroni, pAd – Manhattan (Daylight Version)
Ha un sound fresco, che parte funk e diventa nu-funk, che sa di ’70s ma poi flirta con gli ’80s e con tutta la cultura musicale di oggi che prende da quel decennio ispirazione e idee. Ma c’è anche del jazz. La vedo quindi un po’ come un punto d’incontro tra stili e culture diverse, un link tra presente, passato e futuro molto stimolante. Un po’, mi viene da immaginare, come sarà Camporella.

GNMR: Grauzone – Marmelade Und Himbeereis
Lo dedico a Camporella e lo voglio dedicare sopratutto a mio padre.

Hell Yeah: Harold Melvin And The Blue Notes – Wake Up Everybody (Psychemagik Edit)
Thinking of Camporella tune!!

Joe Vinyle: Harold Melvin & The Blue Notes – Wake Up Everybody
Il brano di notevole importanza per la musica Soul, potrebbe essere un inno per Camporella. Un richiamo per tutti quanti ad unirsi, e cercare attraverso questi “incontri” di far conoscere sempre di più ai giovani che si affacciano al mondo del vinile, l’arte della musica l’importanza del vinile come supporto sia visivo che come qualità del suono. Un esortazione a “ svegliarsi” per scoprire che oltre al mondo del digitale c’è una storia importante da studiare che ci permetterebbe di capire meglio il percorso che la musica ha fatto nel corso degli ultimi 50 anni.

Leo Mas: Billy Nomates – Hippy Elite
Pensando al Camporella Record Fair ’21, qui per voi un artista che amo e che non vedo l’ora di vedere dal vivo. Vi Aspetto a Camporella il 5 Settembre prossimo, sarà una figata.

Luca Sartor: Wolfgang Dauner Quintet – Take Off Your Clothes To Feel The Setting Sun

Music Box: François K – Capricorn
La traccia che condivido immaginando Camporella è un midtempo di Francois K non molto conosciuto ipnotico e groovoso a cui sono particolarmente legato.

N-Zino: Grupo Natureza – Pode Acreditar
Questo è il mio brano pensando a Camporella… Percheé mi piace tanto… Proprio come Camporella.

Paolo Scotti: Charles Williams – Theme From Long Road
Complessa, articolata ma fluida esattamente come un strada lunga. Il mio augurio per Camporella, che possa fare tanta strada.

Pizzico: Om Alec Khaoli – Enjoy It
Una delle tracce che ho suonato di più negli ultimi anni, perché racchiude quei vapori mid 80’s in cui sono costantemente immerso. La dedico a Camporella come invito assoluto a divertirsi e ad inoltrarsi nella sua atmosfera.

Organica: Cool Notes – My Tune
Decisamente il nostro Disco Camporella, perfetto per appartarsi in un campicello immerso nella natura!

Raregems: Remigio Ducros & Luciano Simoncini – Bus Stop
Per questa nostra prima “fermata” al Camporella Record Fair, non potevamo non attingere all’immenso e sottovalutato repertorio stage&screen Italiano. Essenze musicali e note cinematografiche, così immaginiamo l’evento Camporella, come uno dei più bei film degli anni ’70!

Sanantonio42: Lemos & Debétio – Morro Do Barraco Sem Água
Il brano dedicato a Camporella. Una delle tracce più ascoltate in negozio in questo pezzo di 2021.

Slow Motion: Clap Rules – 123 Cantyousee
Fa parte della prima release di Slow Motion da cui poi è iniziato tutto. È un pezzo giocoso che contiene diverse ispirazioni da tanti diversi generi musicali: italo, disco, punk funk, brazil, acid jazz. Ecco, mi immagino così Camporella, divertente e colorata.

Tava Tava: Hiromasa Suzuki – 追跡 M-104 (Re-Work)
Rework prodotto da 2Daze di un brano tratto dalla colonna sonora dell’anime Toriton, composta da Hiromasa Suzuki nel 1972, ripreso e rieditato da DJ Double S e Lil’cut per Tava Tava Rare.

Ultrasuoni: L.U.C.A. – Il Valzer Del Risveglio

Vinilificio: Lynda Dawn – Roses