Termos: la colazione tra live electronics e sperimentazioni elettroacustiche

Una nuova rassegna di concerti mattutini di sabato al DAS.

Written by La Redazione il 9 October 2019

Nei nuovi spazi di DAS – Dispositivo Arti Sperimentali parte un nuovo format pensato dall’associazione metoché per la colazione o prima di tornare casa il sabato mattina. Si chiama Termos, un bazar sonoro che tra thè, biscotti, tappeti e cuscini accoglie live electronics, sperimentazioni elettroacustiche, sound performances e una serie di laboratori pomeridiani, dedicati a soundesign, digitalart, psicoacustica e sperimentazione audiovisiva.

Da sabato 12 ottobre fino a sabato 7 dicembre cinque concerti mattutini (uno ogni quindici giorni) che avranno inizio alle h 11 con una selezione di giovani artisti indipendenti dediti alla ricerca sonora.

Si parte con Stefano De Ponti, “organizzatore di suoni e immagini”, narratore e drammaturgo elettronico che sperimenta limiti e confini tra sentire e vedere; Everest Magma (il 26 ottobre), alterego di Rella The Woodcutter e musicista dalle molteplici identità, presenterà un live elettroacustico; Alberto Novello (10 novembre), fisico e sperimentatore multimediale, docente del conservatorio e produttore di synth, presenterà un’improvvisazione sonora slegata da supporti visivi; Davide Bartolomei + Francesco Zedde (23 novembre) daranno luogo a una nuova collaborazione in cui la chitarra dialogherà con suoni elettronici; Riccardo la Foresta (7 dicembre) presenterà i nuovi esiti della sua ricerca volta a far incontrare aria e fiato con le percussioni.

Riguardo ai laboratori, è già possibile iscriversi a quello audiovisivo di psicoacustica Picture Sonification a cura di Enzo Cimino (il 26 ottobre) e a Build your synth, laboratorio compositivo e audio sperimentale di Alberto Novello (dall’8 all’11 novembre) che si concluderà con una performance collettiva. Info a infometoche@gmail.com