ven 15.06 2018 – dom 17.06 2018

Modulo Fest 2018: sperimentazioni musicali e rigenerazione romagnola

Dove

Cervia
Cervia

Quando

venerdì 15 giugno 2018 – domenica 17 giugno 2018

Probabilmente in molti vi hanno raccontato di quel posto incredibile che si trova a pochi passi da Milano Marittima, perso nella fitta vegetazione che costeggia la strada per il mare, dentro la cui cupola circondata da laghetti si cela anche una bellissima opera di Blu. Il Woodpecker visto dall’alto sembra quasi una roba paranormale ispirata ai cerchi nel grano degli alieni e invece è la creazione dell’architetto faentino Filippo Monti che lì progetto una discoteca avveneristica negli anni 60. Un reperto che proprio quest’anno è stato assegnato in concessione alla “Balsera costruzioni” che ne farà “un luogo di socialità aperta e inclusiva in un contesto altamente suggestivo, in cui si alternano, arte e artigianato – si legge nella proposta della ditta – espressione musicale e spettacolo; natura e cultura; divertimento e proposte commerciali”. Praticamente tutto e niente. Ad ogni modo la “rigenerazione” vera l’aveva già fatta l’associazione MAGMA che da quattro anni porta lì parte del programma del Modulo Fest, nato proprio con lo scopo di rivalorizzare alcuni luoghi dimenticati attraverso la musica sperimentale. Così è stato anche per il Centro Climatico Marino, una delle colonie più antiche di Milano Marittima, o il Magazzino Darsena di Cervia, fantastico esempio di archeologia industriale un tempo utilizzato per lo stivaggio del sale prodotto nelle saline (quindi in parte ricoperto d’acqua), coinvolto anch’esso in un processo di rigenerazione che lo trasformerà nell’ennesimo centro polifunzionale – ma chiamatelo pure “commerciale” – tra food, Spa diffusa, musica e moda. Insomma: la cultura mostra possibilità, la realpolitik le recepisce e le snatura. E dove in questi anni sono passati Roly Porter, Peder Mannerfelt, Croatian Amor, Palmistry, M.E.S.H, Biosphere, Samuel Kerridge, Aisha Devi, Seiji Morimoto, Seymour Wright, Caterina Barbieri, Furtherset, Nicola Ratti e tantissimi altri, domani ci saranno perlopiù turisti annoiati in cerca di svago.
L’edizione del 2018 di Modulo Fest sarà quindi l’ultima occasione per vivere quegli spazi (Woodpecker e Magazzino Darsena) come avremmo voluto che diventassero (o restassero), e per questo, come quando si lascia una casa prima di un trasloco, bisognerà fare un po’ di casino. Gli ospiti confermati al momento sono: Kangding Ray, Robert Lippok, Jasss, Sissel Wincent, Holy Similaun, Laura BCR, Weightausend + Krolik (qui il programma). A loro il compito di mostrarci dove va la musica, a noi seguire quelle strade che portano altrove, lontano da qui.

Scritto da Salvatore Papa