ven 30.11 2018

Almost 68 / Quasi un 68

Dove

Bologna
Bologna

Quando

venerdì 30 novembre 2018

Quanto

free

La rassegna che chiude Archivio Aperto dedicata ai film sperimentali e d’artista del decennio dal 1966 al 1976.

Si comincia venerdì 30 novembre alle h. 18.30 presso la sede di Home Movies (via Sant’Isaia, 20) con la proiezione di Quasi una tangente (1966) di Massimo Bacigalupo, alla presenza dell’artista, il primo mitico film underground italiano, che simbolicamente presta il titolo all’intera rassegna, presentato in anteprima nella una nuova edizione in 16 mm a cura di Home Movies. A seguire l’inaugurazione dell’installazione de Il quadrato. Definizione di spazio di Tonino De Bernardi, uno dei più intensi “film-fiume” del filmmaker che racconta un anno di vita, il primo, della figlia Giulietta. Originariamente composto da 5 bobine in 8mm sarà qui presentato per la prima volta dopo oltre quarant’anni in una forma allestitiva pensata dai curatori con l’autore. Sarà inaugurata anche l’installazione More 68, con film inediti provenienti dall’archivio di Arnaldo Pomodoro, immagini girate tra la fine degli anni ‘60 e inizio ’70, periodo in cui l’artista insegnava all’Università di Berkeley mai proiettate prima: queste pellicole a passo ridotto sono una straordinaria testimonianza della vita fuori e dentro l’ateneo californiano dal quale partì la rivoluzione studentesca. La terza installazione, Loop Test, mostra esempi dell’innovativa soluzione di stampa 16mm proposta da Home Movies.
Le installazioni resteranno attive sabato 1 e domenica 2 dicembre dalle 11 alle 20.

Sempre venerdì 30 novembre alle h. 21.30, alla galleria d’arte de’ Foscherari (via Castiglione, 2) Silent Invasionevento dedicato a una delle più importanti autrici del cinema d’artista italianoValentina Berardinone, nel corso del quale verranno proiettati in pellicola tre film (Silent Invasion, Letture numero tre, Urbana) realizzati all’inizio degli anni Settanta e caratterizzati dalla simbologia dominante della scala, elemento cardine della ricerca dell’artista in quel periodo e metafora di un sistema socio-politico senza vie di fuga. Berardinone sarà, tra le altre, una delle artiste prese in analisi dalle studiose e dalle ricercatrici che interverranno durante l’incontro Visione (sostantivo femminile singolare) che si terrà sabato 1 dicembre alle h.11 presso la Biblioteca Italiana delle Donne (via del Piombo, 5): un breve seminario dedicato allo sguardo delle donne che in quegli anni, finalmente, si afferma con forza, dietro e davanti all’obiettivo.

Scritto da La Redazione