ven 01.02 2019 – dom 03.02 2019

Fruit Exhibition 2019

Dove

Palazzo Isolani
Via Santo Stefano, Bologna

Quando

venerdì 01 febbraio 2019 – domenica 03 febbraio 2019

Quanto

€ 6

Contatti

Sito web

Fruit, il mercato internazionale dell’editoria d’arte indipendente, dopo diversi anni a Palazzo Re Enzo cambia sede e approda a Palazzo Isolani. I traslochi, si sa, non sono mai semplici, ma si possono superare con una buona dose di humor, tema di questa settima edizione e risorsa indispensabile soprattutto in tempi bui come questi. Sarà, quindi, un viaggio all’interno dei territori della leggerezza, tra colori shock, ironia e satira con oltre 100 tra i migliori editori indipendenti italiani e stranieri che presenteranno i propri libri d’artista, cataloghi, progetti grafici, riviste, cartotecnica e zine.

Humor che è anche il tema della prima edizione del premio FIP – Fruit Indie Publishing, promosso in collaborazione con la storica cartiera Favini, e rivolto ai migliori prototipi di libro artistico, progetti editoriali indipendenti e zines. Tutte le info le trovate qui.

Fitto come sempre il programma di conferenze, workshop, mostre e installazioni fuori e dentro la fiera. A partire dal progetto che l’artista Cosimo Veneziano ha realizzato per l’anniversario di Salaborsa grazie a una residenza il cui esito fatto di manifest ie segnalibri sarà esposto in biblioteca nella mostra Out of the Aeons. Un Altro Studio di via Capo di Lucca, ospiterà invece Norske Bøker – A Travelling Collection a cura di Codex Polaris, una raccolta di libri d’artista realizzati da undici artisti norvegesi, mentre all’interno di Palazzo Isolani trovano spazio le mostre Some Sheep dell’artista inglese Judith Erwes e I Drink Alone, una selezione di disegni originali tratti dall’ultimo libro d’artista di Kay Arne Kirkebø, che ritraggono scene di vita quotidiana con un’intensa sfumatura dark, ma al contempo piene di humour.

Non mancheranno ovviamente gli incontri sui temi del design e dell’editoria, come quello che apre la rassegna venerdì 1 febbraio alle h 19, Big data e design: come l’infografica ha cambiato i giornali con Marco Enrico Giacomelli (vice direttore di Artribune) e Stefano Cipolla (Art director L’Espresso) o Italian paper, il magazine indipendente oggi in italia con alcuni protagonisti della rinascita dei magazine cartacei italiani come Giovanni Gallio (Editor; ATHLETA), Agnese Porto (Owner & Publisher; RVM), Matteo Milaneschi (Creative director, Editor; ARCHIVIO), Alberto Coretti (SIRENE), Margherita Visentini (Founder & Creative director, POLPETTAS); le presentazioni di libri tra cui Incompiuto: La nascita di uno stile (Humboldt) che rientra nel grande progetto “Forza Uova” dedicato ad Alterazioni Video (sabato 2 febbraio, h 16) e Fascinator; toccata e Fuga a Windsor, edizione autoprodotta e a tiratura limitata di 80 copie realizzata dalla giornalista Giorgia Olivieri in collaborazione con il fotografo Guido Calamosca (sabato 2 febbraio, h 19).

Per i più coraggiosi che vogliono offrirsi come clienti volontari di uno studio di tatuaggi pop-up, la performance Art Tattoo Shop di Erik Kessels e Chantal Rens e per i festaioli la consueta festa di venerdì sera quest’anno curata da LaRoboterie con il dj set di St.Robot & Backdrifter, la performance live di Albah Bernaux e i video di Madlen.

Orari: venerdì 1 gennaio 19 – 00; sabato 2 gennaio 11 – 00; domenica 3 gennaio 11 – 21
Ingresso: biglietto al costo di 6 euro, valido per le tre giornate

Scritto da La Redazione