dom 28.06 2020

Bologna Pride: l'orgoglio non si ferma

Dove

Bologna
Bologna

Quando

domenica 28 giugno 2020
H 10:00 - 19:00

Quanto

free

Contatti

Sito web

«L’orgoglio non si ferma». Con questa frase le associazioni che aderiscono al Comitato Bologna Pride attraverseranno la città di Bologna domenica 28 giugno rispondendo all’emergenza Covid-19 che ha avuto un impatto senza precedenti sulle vite delle persone LBGTIQ+, contribuendo ad aumentare discriminazioni, violenze e situazioni di fragilità e precarietà esistenziale.

Una manifestazione destrutturata e diffusa in aperto dialogo e raccordo con la manifestazione Transfemminista Queer convocata da B-side Pride in Piazza Nettuno per sabato 27 giugno, dalle 13.30 alle 17.30.

Dalle 10 alle 14 il comitato invita a visitare i luoghi simbolo della comunità LGBTIQ+ di Bologna, dove saranno presenti attivist* a raccontarne la storia: Porta Saragozza, Salara, MIT, Giardino di Villa Cassarini, giardino intitolato a Stefano Casagrande,  la sede del primo Collettivo Frocialista Bolognese in via Castiglione 24, lo spazio nell’ex Atlantide che fu autogestito da Laboratorio Smaschieramenti, Clitoristrix e Nulla Osta, la casa natale di Pier Paolo Pasolini in via Borgonuovo 4, la Libreria Igor, la Libreria delle Donne e PLUS Onlus.

Dalle 15 alle 19 il raduno ai Giardini Margherita con un programma, in aggiornamento, scandito da alcuni appuntamenti: alle ore 16 si terrà il flash mob di commemorazione di Sarah Hijazi, in cui tutte le persone presente saranno invitate a sventolare la propria bandiere arcobaleno; Gruppo Trans alle ore 17 creerà un ponte tra le differenti discriminazioni con un filo rosso; a chiudere le performance sarà il KOMOS –  Coro LGBT di Bologna alle ore 18. A seguire, chiunque potrà animare lo spazio con i propri strumenti musicali, le proprie danze e la propria favolosità, per continuare ad esprimersi in libertà al parco sotto i colori dell’arcobaleno. 

Scritto da L.R.