ven 04.09 2020

Insorti Festival

Dove

Ai 300 scalini
Via Casaglia 37, Bologna

Quando

venerdì 04 settembre 2020

Quanto

free

Contatti

Sito web

A partire da domenica 2 agosto torna nello spazio in collina di Bologna “Ai 300 scalini” il Festival InsOrti, dedicato all’arte performativa site specific. Per la quinta edizione del festival, organizzato dal Teatro dei Mignoli, sono stati selezionati sette progetti – su novantotto proposte arrivate – che andranno in scena nelle date del 28 e 9 agosto e il 4 settembre.

Ad inaugurare la quinta edizione di InsOrti, domenica 2 agosto dalle ore 18.30, saranno le performance: INSIDE | ME – Compagnia (S)Blocco 5 –, una performance-audio che racconta il sopraggiungere nella comunità di un nuovo rapporto con gli altri, col tempo, con lo spazio e con la Natura, generato dall’esperienza del lock-down, e The Random garden of Eden, performance sonora del gruppo Random Numbers Records – arricchita per l’occasione dall’improvvisazione sonora di Bartolomeo Sailer – che creerà nello spazio un “coro” animale del futuro, ricco di frequenze e suoni, lontano dall’urbanizzazione della città.

Il festival prosegue sabato 8 agosto con Crochetdoll (ore 19.30 / max 25 spettatori), progetto di installazione tessile, realizzata interamente a mano, ed animata da una specifica azione performativa, ispirata dalla forza naturale degli alberi, della compagnia ErreZeroTre, e lo spettacolo Aldilà delle parole (ore 21 / max 70 spettatori) di Teatro Patalò, che intende indagare la responsabilità dell’artista nello stare sul crinale tra disincanto e canto, tra la capacità di guardare in faccia il disastro che ci circonda e la volontà di contrastarlo con i propri mezzi.

Domenica 9 agosto sarà la volta di Capricho (ore 18.45 e 19.15 / max 25 spettatori), una produzione Cornelia che, partendo dallo studio dei Capricci del pittore spagnolo Francisco Goya e in particolare del Capriccio n. 43 (Il sonno della ragione genera mostri), porta in scena un personaggio mosso dai desideri e dalle paure, un corpo indefinito capace di muoversi in modo inedito, una danza spontanea creata dalla fantasia e successivamente definita dalla ragione. Alle ore 20 andrà in scena Brevi luoghi mai accaduti (max 50 spettatori), spettacolo immersivo, esito del laboratorio Coreografie di Quartiere di Marianna Miozzo, una ricerca coreografica motivata dal desiderio di stabilire un vincolo tra corpo e spazio/luogo.

Il festival si concluderà venerdì 4 settembre con lo spettacolo itinerante Ai mitici 300 scalini, di Andrea Acciai e Francesco Paolino, che condurrà il pubblico ad esplorare i diversi spazi dei 300 scalini attraverso la reinterpretazione dei miti greci, in particolare quelli citati nelle Metamorfosi di Ovidio.

Tutti gli eventi sono gratuiti. È necessaria la prenotazione tramite la piattaforma Eventbrite. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito ai300scalini.blogspot.com.

Scritto da L.R.