gio 26.11 2020 – dom 29.11 2020

Le prime anticipazioni su Transmissions Festival 2020

Dove

Ravenna
Ravenna

Quando

giovedì 26 novembre 2020 – domenica 29 novembre 2020

Quanto

ingressi vari

Contatti

Sito web

Dopo i Jerusalem in My Heart, toccherà a Francesco Donadello la direzione artistica della tredicesima edizione di Transmissions Festival. Compositore e sound engineer italiano di stanza a Berlino, autore della mitica colonna sonora della serie Chernobyl, a Donadello è stato affidato il compito di comporre la line up dell’evento di Bronson Produzioni dedicato alle più innovative frontiere della musica contemporanea.

Tra i primi nomi annunciati ci sono: la producer americana Laurel Halo, stella della scuderia Hyperdub; Lorenzo Senni, che ha pubblicato da poco su Warpo il nuovo Scacco Matto; la compositrice e performer cinese Pan Daijing, tra le giovani artiste più apprezzate a livello globale; Marta De Pascalis, giovanissima musicista e sound designer italo/berlinese, in uscita ad agosto 2021 con il suo nuovo Sonus Ruinae per Morphine Records; la colombiana (di base a Berlino) Lucrecia Dalt, di ritorno a Transmissions per presentare il suo settimo album, No era sólida, uscito a settembre per la newyorkese RVNG Intl; e l’amico Teho Teardo.

Evento speciale di inaugurazione al Teatro Rasi, Canto Primo: MIASMA – ARSURA, performance realizzata ad hoc in occasione delle celebrazioni per il settecentesimo anniversario della morte di Dante – non a caso il sottotitolo scelto è The Sound of Dante – che vede al centro l’inedita collaborazione tutta ravennate tra Gruppo Nanou (una delle realtà più interessanti della ricerca teatrale italiana) e OvO (duo di culto della scena indie noise rock e rumorista europea).

Per tutti i dettagli e gli aggiornamenti www.transmissionsfestival.org

AGGIORNAMENTO: La line-up si arricchisce ulteriormente grazie a tre protagonisti di altissimo livello: il compositore australiano-islandese Ben Frost, punto di riferimento della sperimentazione elettronica contemporanea (sue le musiche delle fortunatissime serie Dark e Fortitude); gli Echo Collective, collettivo di musicisti di formazione classica con base a Bruxelles che ha collaborato (tra gli altri) con Johann Johannsson, Daniel O’Sullivan, James Heather; il duo Kali Malone & Stephen O’Malley, progetto inedito in prima assoluta per l’Italia (l’esordio live a fine ottobre al Centre Pompidou di Bruxelles), che unisce il guru della drone music ad una delle rivelazioni più interessanti del panorama ambient e post-minimalista.

Scritto da L.R.