gio 29.07 2021 – ven 20.08 2021

Vincenzo D'Argenio: DEFLAGRAZIONE artist’s cut

Dove

Museo Spazio Pubblico
Via E. Curiel 13/D, Bologna

Quando

giovedì 29 luglio 2021 – venerdì 20 agosto 2021

Quanto

free

La seconda tappa di un progetto allestito per la prima volta il 25 settembre 2020 e poi interrotto in seguito a un evento accidentale.

Dall’incontro/confronto tra Luisa Bravo, fondatrice dello spazio, e l’artista è emersa la volontà di continuare la lunga narrazione delle memorie che compongono la mostra, iniziata tre anni or sono, il 6 agosto 2018. Il progetto verrà quindi presentato in una nuova forma e adattato agli ambienti espositivi del Museo Spazio Pubblico.

DEFLAGRAZIONE artist’s cut ripropone l’unicum di opere sopravvissute all’allagamento del settembre 2020, accompagnate da lavori inediti emersi dal percorso progettuale di D’Argenio e dai testi di C. ed Emilia Angelucci.

DEFLAGRAZIONE artist’s cut si sviluppa a partire da una vicenda pubblica: l’incidente di Borgo Panigale del 6 agosto 2018 durante il quale esplose un’autocisterna sul raccordo autostradale di Bologna. La tragedia accadde contemporaneamente al verificarsi di un episodio personale di D’Argenio: il primo bacio e la nascita della relazione con C. all’ombra di un acero nella zona nota come “300 scalini” (Parco del San Pellegrino).

Nella dicotomica relazione tra eros e thanatos, natura e artificio, i due punti cardinali che l’artista decide di porre sulla mappa della città di Bologna sono gli stessi elementi che tengono il fil rouge del racconto: la pianta di acero campestre e il punto dell’esplosione. Due “chiome” che si guardavano a distanza e che nel medesimo istante generarono una deflagrazione.

Dal progetto era stata ricavata inoltre una pubblicazione a tiratura limitata, dal titolo Diario di C. e V., caratterizzata da una successione di immagini documentarie raccolte tra il 2019 e il 2020. Molti degli esemplari furono danneggiati dall’acqua in modo più o meno grave, divenendo una sorta di opera/reperto in alcuni casi non più sfogliabile se non grazie al QR code che riconduce il fruitore a un file .pdf criptato.

Il vernissage sarà inoltre l’occasione per un intervento sonoro con un set musicale a cura del duo Tyche and Automatòn e l’ultima opportunità per “salutare” il parklet, uno spazio senza scopo di lucro ricavato da tre parcheggi antistanti il Museo e diventato, da ottobre 2020 a oggi, luogo a disposizione dei cittadini in cui sostare tra piante, utilizzare gratuitamente il wi-fi e organizzare piccoli eventi.

La settimana successiva all’inaugurazione, venerdì 6 agosto alle ore 19.00, il Museo Spazio Pubblico organizzerà un incontro tra l’artista e il pubblico.

Inaugurazione giovedì 29 luglio, ore 19.00 

Scritto da L.R.