gio 09.06 2016 – dom 12.06 2016

Blackout Fest!

Dove

Spazio211
Via F. Cigna 211, 10155 Torino

Quando

giovedì 09 giugno 2016 – domenica 12 giugno 2016

Quanto

n.p.

Radio Blackout presenta “Arte deviata e musica schizzata”, una rassegna senza pause di musica, autoproduzioni, fanzine, illustrazione, serigrafia, writing e sorprese varie.

PROGRAMMA

Giovedì 9 giugno

Dalle h. 18:00 – Inaugurazione della mostra surpop “Plastic Eyes” a cura di Andrea Marchese e Hans Schleckner e live painting dei writer Diego della Posta e Ufocinque.

Dalle h. 22:30 in concerto: Scarecrow (blues/hip-hop dalla Francia), No Chappy Bourgeoise (pop “senza mutande”), The Bad People (freschezza electro hip-hop)

Venerdì 10 giugno

Dalle h. 18:00 – Aperitivo burlesque con lo spettacolo della compagnia Absynthe Merci, un classicone dell’erotismo raffinato.
A seguire, in concerto: The Rippers (garage rock da Cagliari), Lo-Lite (blues r’n’r come ai vecchi tempi, dall’Olanda), Halleluja (prosecco, feedback e fantasia), Metrocrowd (post-punk alla vaccinara, no-wave coatta da Roma)

Sabato 11 giugno

Dalle h. 16:00 – Contest di Lettering a cura di dr. Porkas, aperto ai disegnatori che aspirano a fare la lettera più bella di tutte. Durante la serata premiazione con una giuria speciale. In palio una bella murata da dipingere qui ed ora. Cercate QUI il regolamento
A seguire, in concerto: Dadi e Tro (seghe musicali e elettronica da dietro…), COV (church of violence), Go!zilla (il mostro psichedelico di Firenze), Big Mountain County (musiche lisergiche da viaggio), Blues Against Youth (one man band)

Domenica 12 giugno

Dal pomeriggio: caccia al tesoro dei pirati per bambini più o meno cresciuti. Per i più piccoli, secchiello e paletta. Merenda per tutti!
A seguire: “Makhno – La rivoluzione russa in Ucraina” di Jenne Pierre Ducret, il progetto del fumetto su Nestor Makhno; asta di poster benefit Blackout e dal vivo: Stregoni (musiche migranti). Durante tutta la giornata un workshop metterà insieme i musicisti, tutti migranti e rifugiati che alla sera saliranno sul palco insieme a Johnny Mox e Above the Tree per la magia della musica che non conosce lingue, frontiere, documenti, regimi. In conclusione djset chillout dal Cafè del Mar agli oppiacei senza passare per il rehab.

Scritto da La Redazione