ven 08.07 2016 – sab 09.07 2016

Lars Rock Fest: intervista ad Alessandro Sambucari

Dove

Giardini Pubblici (Chiusi Scalo)
via oslavia 106, 53043 Chiusi Scalo

Quando

venerdì 08 luglio 2016 – sabato 09 luglio 2016
H 18:00

Quanto

free

Contatti

Sito web

nativi” ma ritrovarsi la grandissima band di nicchia e venti persone sotto il palco vorrebbe dire non poter rifare il festival l’anno successivo. Oltre questo, molto banalmente, mi devono piacere. Probabilmente questo è un difetto derivante dal fatto che non sono un professionista ma un semplice affamato e romantico ascoltatore di musica che non ce la farebbe mai a “chiamare” una band alla quale non crede solo perché, magari, porta gente. In modo particolare per gli italiani, la nostra politica è sempre stata quella di avere nomi “piccoli” ma di grande qualità. Dar loro lo spazio che si meriterebbero in festival molto più importanti del nostro. Purtroppo, per gli italiani che fanno musica cantata in inglese, il nostro paese rappresenta un ostacolo quasi sempre insormontabile. Ho provato tante volte a capirne il motivo ma non sono arrivato ad una conclusione. A tal proposito, l’edizione 2016 vedrà sul palco i pesaresi Brothers In Law, la bolognese Giungla e The Raunchies, vincitori del premio speciale messo in palio dal contest dell’etichetta musicale perugina “La Fame Dischi”. Gli artisti internazionali credo non abbiano bisogno di grosse presentazioni e spiegazioni: con 40 anni di carriera mai in calo, i Wire presenteranno in data unica italiana il loro nuovissimo mini-LP, Nocturnal Koreans. Li avrei voluti alla scorsa edizione ma non fu possibile. Non sono uno che si dimentica per fortuna. I SUUNS – anche loro in data unica estiva – dopo l’ultimo fantastico album e le performance live che hanno raggiunto un livello incredibile non mi potevo permettere di farmeli sfuggire. In ultimo gli zZz per due ragioni: non avevano ancora presentato in Italia il loro ultimo album del 2015, Juggernaut, ma soprattutto perché sono dei folli totali. I due dj-set sono stati affidati a degli amici: Outsiders il venerdì e Fab. & Fooly il sabato. Erano troppo adatti per non approfittarne! Apriranno e chiuderanno entrambe le serate entrando anche nei cambi palco… L’idea è quella di avere musica dalle 20 a notte fonda, senza alcuna interruzione.

Nel corso dell’anno ci sono delle attività che portate avanti per dare continuità al Lars Rock Fest e preparare all’appuntamento estivo?
Da un paio d’anni grazie ad appuntamenti invernali itineranti organizzati dal G.E.C. – Gruppo Effetti Collaterali cerchiamo proprio di fare questo… Fare gruppo, coinvolgere nuove persone e far conoscere il Lars Rock Fest durante tutto l’anno. Sono state organizzate serate, spesso accompagnate da degustazioni o presentazioni di libri a tema musicale, che hanno visto suonare in posti anche dove solitamente non si fanno concerti di questo tipo nomi quali Hugo Race, The Niro, Francesco Di Bella, Elli De Mon, Bob Corn e molti altri.

Per chi venisse da fuori, ci dai qualche (altro) spunto su che si può fare in zona nei giorni del Lars Rock – oltre ascoltare gran concerti e partecipare alle attività extra musicali?
Ho già parlato di cosa offre Chiusi e ripeto l’invito! Fuori da Chiusi, nel raggio di pochissimi km, è possibile visitare zone incantevoli della Val di Chiana e Val d’Orcia, cittadine stupende e ricche di storia (…e di turisti) come Montepulciano, Pienza, Castiglione del Lago, Città della Pieve. Oppure andare a rinfrescarsi con un bel bagno al Lago Trasimeno o al Fosso Bianco a Bagni San Filippo. L’importante è che per le 18 siete a Chiusi perché senza di voi non si inizia!

Scritto da Chiara Colli