sab 02.12 2017

Julia Holter & Tashi Wada

Dove

Locomotiv Club
Via S. Serlio 25/2, 40128 Bologna

Quando

sabato 02 dicembre 2017
H 22:00

Quanto

€ 20 + dp e Aics

Ci sono artisti che realizzano opere, altri che creano mondi. Julia Holter appartiene alla seconda categoria. Basta averla vista/sentita solo una volta dal vivo per capirlo. E se poi si ascoltano i suoi album, beh non resta che affermarlo con certezza. Partendo da modelli altissimi come Laurie Anderson e Kate Bush, l’artista californiana ha dipinto intorno alla sua splendida vocalità – un timbro antico con delle dinamiche modernissime – uno scenario spesso minimalista, ma ricco di piccoli fondamentali dettagli. Disco dopo disco, progetto dopo progetto, ha cambiato, aggiunto o sottratto elementi, trovando sempre un magico equilibro tra avanguardia e pop d’autore. E così dopo il successo di Have You In My Wilderness (2015), il suo album più melodico, solare e ricco di suoni, ha inaugurato quest’anno la serie di dischi live in studio della Domino – denominata Documents e ispirata alle celebri BBC sessions – con In The Same Room. E ora sta portando in giro un nuovo live più asciutto, intimista e al tempo stesso cosmico, per pianoforte, voce e il synth del compositore Tashi Wada – figlio dell’artista Fluxus giapponese Yoshi Wada. Nota a margine: in un caso certamente meno eclatante da un punto di vista mediatico rispetto ai vari Weinstein, Brizzi e i prossimi “big” che spunteranno fuori – ma non per questo meno grave e meritevole di attenzione – Julia Holter è stata una dei testimoni chiave per confermare il comportamento inappropriato (eufemismo) e reiterato del suo ex compagno e collega Matt Mondanile (Ducktails ed ex Real Estate). Si potrebbe definirla l’Asia Argento dell’indie? Non scherziamo, nel caso della Holter il coraggio e l’integrità dell’artista coincidono al 100% con quelli della donna.

Scritto da Matteo Quinzi