MIA Cantina

Contatti

MIA Cantina Via Saragozza, 43/a
Bologna

Orari

  • lunedi chiuso
  • martedi 12–15 , 17–21:30
  • mercoledi 12–15 , 17–21:30
  • giovedi 12–15 , 17–21:30
  • venerdi 12–15 , 17–22:30
  • sabato
  • domenica

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Cucina

Prezzo

Scritto da Salvatore Papa il 20 agosto 2018
Aggiornato il 14 settembre 2018

Lui laureato in economia, lei al Dams. Lui lucano, lei sarda, bellissima coppia. Dopo qualche anno in banca Vincenzo si stufa e insieme ad Antonella, stufa pure lei di lavorare negli eventi, apre un negozio di vini in via Saragozza. Lo chiamano MIA Cantina. Dietro quell’aggettivo di possesso c’è probabilmente tutta la voglia di essere indipendenti, di ricominciare in autonomia, senza qualcuno che ti dice come fare. Un’attitudine che riscoprono poi anche nei vini che scelgono, quasi tutti caratterizzati da un’artigianalità che se ne infischia delle regole del mercato per puntare alla passione. E così il negozio diventa una vera enoteca e l’enoteca uno dei punti di affezione della Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti (FIVI), poiché le circa 300 etichette sugli scaffali sono tutte italiane e appartengono a produttori che limitano l’uso di additivi, concentrando la propria attenzione sulla produzione di uve sane che non hanno bisogno del maquillage di cantina, curando personalmente il proprio prodotto. Ogni vino qui ha una sua storia che ben si sposa con le “tapas” all’italiana (dai 3 ai 4 euro), taglieri classici e speciali (13-15 euro) in percorsi di degustazione che pescano dai vari territori, con una certa e ovvia predilezione per Basilicata e Sardegna: nodini di mozzarella pugliese, crostini di pane integrale con lardo di patanegra e patè di funghi cardoncelli, salsiccia alnepente e formaggio al barolo su pane integrale, pane carasau, Carciofi in olio extra vergine e Bottarga di Muggine sarda o gli ottimi Peperoni cruschi (che molti comprano in confezione prima di andare al Cinema Chaplin). Ovviamente c’è tanto altro (compresi alcuni dolci), sia per un pranzo veloce che per un aperitivo. Il consiglio è di farsi consigliare da loro.
Grazie a loro abbiamo, infine, scoperto il Coravin, ovvero un sistema di mescita che tramite un sottilissimo ago permette di avere un calice senza aprire la bottiglia, poiché il piccolo foro sul tappo si richiude spontaneamente e completamente in poco tempo per le caratteristiche naturali del sughero. Grazie al Coravin, quindi, da Mia Cantina è possibile trovare alcuni vini di pregio al calice che altrimenti potreste assaggiare solo spendendo i soldoni.

Ad could not be loaded.
Ad could not be loaded.