CaBò

Zero qui: passa dall'ora del vermouth all'ora dello spaghettone con la bottarga.

Contatti

CaBò Piazza dei Tribunali, 6
Bologna

Orari

  • lunedi chiuso
  • martedi 18:30–00
  • mercoledi 18:30–00
  • giovedi 18:30–00
  • venerdi 18:30–01:30
  • sabato
  • domenica

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Cucina

Prezzo

Scritto da L.R. il 3 luglio 2019
Aggiornato il 2 ottobre 2019

Gli amici lo chiamano Nutella, anche se Daniele Simonetti ancora si chiede il perché. Lo chef passato dai fornelli di Fourghetti, dopo numerose esperienze tra ristoranti stellati, Orient Express e navi da crociera, ha deciso di avviare una nuova avventura in quelli che furono i locali di Marco Fadiga: CaBò (Ca come Cagliari, Bo come Bologna). Perché sì, siamo in pieno centro, ma nel menu c’è moltissima Sardegna (fregola ai frutti di mare, spaghettone con la bottarga di Cabras, ecc.). Non mancano ovviamente i suoi viaggi intorno al mondo, abbinati con equilibrio al suo gusto italiano, tipo il gravlax nord europeo (una marinatura a base di sale, zucchero ed aneto) qui applicato al dentice rosa con barbabietola e yogurt al wasabi, il salmone di fiordo brasato con maionese alla birra Ichnusa o il semifreddo di Calamansi, agrume filippino che dà il nome al dessert, ribattezzato Calamandino.
Essendo il mare il protagonista in cucina, il design e l’arredamento ruotano attorno al blu tra velluti, marmi brasiliani e ampie vetrate.
Nota di merito all’american bar guidato da Fabio Tamarriello con i cocktail e le tapas in aperitivo e un food pairing per la cena. In lista quattro Vermouth in degustazione per riproporre “L’ora del Vermouth di Torino“, alcuni signature tra tiki e suggestioni mediterranee, classici rivisitati e i drink degli amici bartender.