Doctor Sax

Zero qui: qui zero ci viene solo dopo le 6 del mattino

Contatti

Doctor Sax Lungo Po Cadorna , 4
Torino

Scritto da Pietro Martinetti il 27 maggio 2015
Aggiornato il 16 maggio 2017

“Meglio esserci rimasti che non esserci mai stati”. Per quanto questo messaggio scritto sulla consolle del Doctor Sax possa risuonare dantesco come “Perdete ogni speranza voi che entrate” il magazzino in riva al fiume Po, dove ha permanentemente luogo l’ after della città, non è un luogo infernale. È un tram chiamato desiderio, come il corridoio che dal tinello­ bar porta alla grotta-­dancefloor, una no man’s land in cui l’unica legge è la libertà… di andare avanti e di non evaporare l’armonia tra la musica e le persone. Per farne parte però bisogna essere tesserati, perchè il Doctor Sax è una comunità, un circolo degli illuminati da quel sole del mattino che ha in bocca il sapore di eccesso. Nella pancia del Sax tutto è al di là: delle controversie ­in questi anni di desertificazione dei Murazzi è tra i pochi a non aver chiuso bottega­ e anche della musica. Al Sax non importa che in consolle ci sia Marco Carola o il dj a km zero: le sue mura sono impermeabili alle cose del mondo, mentre al suo interno ha luogo la commedia dell’eterno ritorno.