A Bologna il primo grande centro italiano per la realtà virtuale

Scritto da La Redazione il 27 novembre 2019

Una grande sala giochi e un polo per la ricerca e per la formazione. VRUMS (Virtual Reality Rooms Italia) inaugura venerdì 29 novembre in Via Zaccherini Alvisi 8, 280 mq dedicati alla promozione, fruizione, studio e divulgazione della realtà virtuale su diverse discipline, dal gaming alla sanità, fino ad arrivare alla cultura e al cinema.

Nasce dall’esperienza interdisciplinare di professionisti delle nuove tecnologie e della comunicazione, ricercatori in campo socio-sanitario e Vitruvio Virtual Museum – marchio che dal 2015 realizza esperienze di realtà virtuale per l’arte e la cultura.

All’interno di VRUMS una grande sala giochi con più di 100 titoli in costante aggiornamento distribuiti rispettivamente su: 10 postazioni interattive, 2 simulatori per la guida delle auto da Formula 1 e da Rally, 2 pedane di movimento per action games, un’arena multiplayer per 4 giocatori. A completare la proposta, inoltre, 6 postazioni per il cinema e le esperienze artistiche in realtà virtuale. Tutte le postazioni, prenotabili sul sito www.vrums.it, assicurano totale privacy ai giocatori che potranno vivere un’esperienza di gaming immersiva a 360°.

Al centro dell’attività, la ricerca sperimentale permanente sulle applicazioni di realtà virtuale in campo medico-psicologico e delle più avanzate discipline comportamentali umane correlate alle politiche pubbliche. VRUMS collaborerà con i maggiori centri di ricerca a livello mondiale nei settori specifici. Sarà inoltre un centro di formazione aperto a studenti e insegnanti di ogni ordine e grado, con attività specificamente progettate, a diretto contatto con il corpo docente.