A teatro? Sempre di martedì!

La programmazione del Teatro a l'Avogaria abbraccia i nuovi format del cabaret e della prosa contemporanea.

Scritto da Diana Marrone il 26 marzo 2019
Aggiornato il 28 marzo 2019

Fino al 16 aprile – sempre di martedì e sempre alle 21 – al Teatro a l’Avogaria, nell’omonima calle tra San Barnaba ed i Carmini, vanno in scena assoli (quasi sempre anche scritti e diretti da chi li interpreta) che spaziano tra il solo caustico-ironico e il dramma contemporaneo. Sotto il nome dei Martedì dell’Avogaria sono programmati anche in autunno con la stessa formula.
Consigliata la prenotazione (la sala è spesso sold out) per questo cartellone che ha la caratteristica di portare sul palco del teatro indipendente (l’unico rimasto a Venezia) il meglio della drammaturgia contemporanea e dei nuovi autori con una sola data ‘secca’: se persa è persa perché non sono previste repliche neanche la stagione successiva.
Dopo la prima di “Un cottage tutto per sé” di e con Natalia Magni (andato in scena il 12/3) e dopo “Trovata una sega!” visto il 19 marzo (una pièce teatrale scritta, diretta e interpretata da Antonello Taurino su Amedeo Modigliani), il 26 marzo, il Teatro della Tosse-Fondazione Luzzati porta a Venezia una pièce sull’omosessualità femminile di e con Barbara Moselli intitolato “Le donne baciano meglio“. Per gli amanti della stand-up comedy il martedì giusto è il 9 aprile, con “Non tutto il male viene per nuocere“, ma questo sì, (di e con Giulia Pont per la regia di Carla Carucci).
Ultimo del ciclo primaverile dei martedì è il 16 aprile con “Mistero Buffo e altre storie” di Dario Fo e Franca Rame con Giulia Angeloni e Sara Dho. Oltre ad essere una scuola di Teatro, l’Avogaria propone tutti i week end spettacoli di commedia dell’arte e spesso anche stand up-comedy.

Ad could not be loaded.

Leggi anche

Ad could not be loaded.