Al DumBO un nuovo festival di street art

I muri dell'ex scalo ferroviario cambiano volto insieme a mostre, laboratori e musica

quartiere Porto

Scritto da Salvatore Papa il 29 aprile 2021
Aggiornato il 30 aprile 2021

Opera di Basik, 2501 e Luca Zamoc. Foto di Davide Farabegoli da ilgorgo.com

Si chiama URBANA – Underground Art Project il nuovo festival di street e urban art pensato per l’ex scalo ferroviario Ravone, un una delle principali yarde italiane, frequentata da writers provenienti da tutto il mondo e oggi spazio rigenerato conosciuto come DumBo. Dal 26 maggio al 2 giugno interventi artistici, laboratori, esposizioni e musica abiteranno lo spazio gestito da Eventeria e Open Group, donandogli anche un nuovo aspetto grazie ad alcune nuove grandi opere. L’artista Chob coordinerà, infatti, un intervento su una parete di circa 1000 mq a cui prenderanno parte circa decine di writers e, contemporaneamente, tre grandi nomi del muralismo come Corn79, Giorgio Bartocci Luca Zamoc realizzeranno altrettante facciate.

Nel cosiddetto “Spazio Bianco”, invece, la mostra Non solo muri che mira ad accendere un focus sui possibili esiti dell’arte urbana nel momento in cui si stacca dal suo supporto convenzionale per approdare a tecniche e contesti differenti ricadendo nel campo della pittura da cavalletto, scultura e installazione, fino ad arrivare a una completa sinergia con altre discipline e innovazioni tecnologiche (tavole da skateboard, realtà aumentata).

Non poteva mancare la musica con una line up composta da Mercurio (Dj Trix / Godblesscomputers / Katzuma / Frank Siciliano / Fonzie / Dj Madkid), Mack, Lizard, Katzuma & TEMM, Giargo in arte, Dj Rou, deFe, Cristian Adamo, Phresoul Vs TJ Scratchavite.

L’ingresso al festival sarà gratuito ma è necessario registrarsi qui.