Claudio Longhi è il nuovo direttore di Emilia Romagna Teatro Fondazione

Il regista e docente dell'Università di Bologna succede a Pietro Valenti

Scritto da Ufficio stampa il 20 settembre 2016
Aggiornato il 7 ottobre 2016

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Claudio Longhi è ll nuovo direttore di Emilia Romagna Teatro Fondazione per il quadriennio dal 2017 al 2020.

Questa è la decisione presa in modo unanime dal Consiglio di Amministrazione, nella giornata di ieri. L’incarico del nuovo direttore, come già precedentemente annunciato, entrerà in essere dal 1 gennaio 2017.

Nato a Bologna nel 1966, Claudio Longhi è professore ordinario di Storia della regia e di Istituzioni di regia, all’Università di Bologna.

Per Emilia Romagna Teatro Fondazione ha firmato le seguenti regie:  Io parlo ai perduti. Le vite immaginarie di Antonio Delfini (2009), La Resistibile Ascesa di Arturo Ui di cui è protagonista Umberto Orsini (2010),  Il Ratto d’Europa, per una Archeologia dei saperi comunitari (Modena,2013 – Roma 2014), ed ha curato il progetto Carissimi Padri che ha dato vita allo spettacolo Istruzioni per non morire in pace. Patrimoni, Rivoluzioni, Teatro scritto da Paolo Di Paolo (2016). Istruzioni per non morire in pace, coprodotto dal Teatro della Toscana debutterà al Teatro delle Pergola di Firenze il 7 aprile 2017. Tra il 2010 e il 2012 ha fatto parte del gruppo di ricerca legato a Progetto Prospero – progetto teatrale internazionale sostenuto dalla Commissione Cultura dell’Unione Europea fondato su una collaborazione tra Théâtre Nationale de Bretagne di Rennes (Francia), Théâtre de la Place di Liège (Belgio), Emilia Romagna Teatro Fondazione di Modena (Italia), Schaubühne am Lehniner Platz di Berlino (Germania), Fundação Centro Cultural de Belém di Lisbona (Portogallo), Tutkivan Teatterityön Keskus di Tampere (Finlandia).