Cosa suona in teatro: una playlist di Antonio Latella

Dal 6 al 17 novembre in prima assoluta al Teatro Arena del Sole il suo nuovo “La valle dell'Eden”

Scritto da La Redazione il 30 ottobre 2019

Antonio Latella torna a collaborare con Emilia Romagna Teatro Fondazione, dirigendo uno dei capolavori della letteratura d’oltreoceano, La valle dell’Eden dello scrittore, Premio Nobel nel 1962, John Steinbeck. Un’opera che si pone nel solco della storia americana, per riflettere sul destino di quella umana, e che approda per la prima volta sul palcoscenico in uno spettacolo evento composto di due parti, dal 6 al 17 novembre in prima assoluta al Teatro Arena del Sole.
Per l’occasione ritorna la nostra rubrica creata in collaborazione con ERT Fondazione per raccontare alcuni degli ospiti della stagione oltre il teatro stesso, indagando la musica che ruota attorno allo spettacolo, quei brani che sono stati in certi casi fonte di ispirazione o semplicemente hanno accompagnato lo sviluppo dell’opera, durante la scrittura, prima e dopo le prove, in cuffia, in macchina, a casa, al lavoro.

Ecco qui sotto cosa ci ha proposto il regista e perché.

Alice Nel Paese Delle MeraviglieUn Buon Compleanno
Perché il ricordarci di festeggiare la vita non deve avere una data precisa. La vita va sempre festeggiata. Perché la nostra protagonista si consuma le dita a leggere Alice nel paese delle meraviglie, ne fa la sua Bibbia fantastica.

______________________

Eddie CondonChina Boy
Credo che questa musica fortemente americana, il dixieland che è una delle radici del jazz, ci faccia comprendere una filosofia di vita, un affrontare il mondo con leggerezza e allegria, un provare a danzare a ritmo di gambe incrociate sulle brutture del mondo. Una musica tanto cara al nostro autore.

______________________

Massive AttackVoodoo in my blood
Un brano che è stato di ispirazione, che evoca un voodoo. Una musica che non separa il bene dal male ma ne fa una cosa sola.

______________________

HooverphonicVinegar and Salt
Perché Eva è la donna da amare. Se non ci fosse stata lei noi saremmo ancora sugli alberi e non avremmo mai dato il nome all’Amore. L’amore non ha regole e non le deve avere, l’amore non va addomesticato.

______________________

Elvis PresleyLove me tender
Memoria. Immaginazione. Sogno americano. Whiskey. Sigarette. Cowboy. Terra Promessa.