Cosa suona in teatro: una playlist di Teodoro Bonci del Bene

Il regista porta in scena dall'8 al 20 settembre all'Arena del Sole con “Romeo and Juliet Melo – Drama”.

Scritto da La Redazione il 3 settembre 2020
Aggiornato il 6 settembre 2020

Fotografia di Guido Mencari | www.gmencari.com

Teodoro Bonci del Bene reinventa per Emilia Romagna Teatro Fondazione la favola nera di Romeo e Giulietta, attingendo al vasto mondo della musica pop e mettendo in luce alcuni degli elementi e dei personaggi caratterizzanti del testo, che raccontano la dinamica del rapporto tra l’età adolescenziale e quella adulta. Lo spettacolo Romeo and Juliet Melo – Drama, in calendario al Teatro Arena del Sole lo scorso marzo 2020 e rimandato a causa dell’emergenza sanitaria, debutta in prima assoluta l’8 settembre e resta in scena fino al 20.

Per l’occasione ritorna anche la nostra rubrica creata in collaborazione con ERT Fondazione per raccontare alcuni degli ospiti della stagione oltre il teatro stesso, indagando la musica che ruota attorno allo spettacolo. In questo caso, ogni brano è stato accostato dal regista a una citazione.

III.V
Alla forca, puttanella, ribelle sciagurata!
Ascolta bene quello che ti dico: preparati
Per andare in chiesa giovedì,
o non mi guardare più in faccia.

I.IV
Basta, basta, Mercuzio.
Tu parli di nulla!

I.II
Il mio cuore predice un triste avvenimento,
ancora sospeso nelle stelle: questa notte,
durante la festa, avrà un tremendo inizio,
che alla vita inutile, chiusa nel mio petto,
segnerà un limite con una vile morte violenta.

I.v
ROMEO Allora non muoverti mentre prendo l’effetto della mia preghiera. [La bacia.]
Così, via dalle mie labbra il peccato è dalle tue purgato.
GIULIETTA Allora le mia labbra hanno il peccato che hanno levato.

Con ogni mezzo necessario.
Malcolm X