Elementi: sonorizzazioni e performing arts tra la salina, il mare e la riserva naturale di Cervia

La seconda edizione della rassegna con Clara De Asìs, Cristina Kristal Rizzo, Riccardo La Foresta, Sandro Mussida, Gigi Masin, France Jobin.

Scritto da Salvatore Papa il 18 giugno 2021

Le foto sono di ©Chiara Pavolucci

Per il secondo anno consecutivo, le associazioni MU e MAGMA, entrambe da tempo attive in Romagna, incrociano i propri percorsi personali sulle sonorità contemporanee e le performing arts, per dare vita a Elementi, rassegna che unisce la trasversalità dei linguaggi artistici alla potenza emozionale dei paesaggi, simbolici e incontaminati, che caratterizzano il territorio di Cervia.

Si parte in canoa domenica 11 luglio dal circolo kayak di Milano Marittima (ritrovo alle h 17) un’area all’interno della Salina di Cervia dedicata al live al tramonto di Clara De Asìs, chitarrista che utilizzerà diverse combinazioni di oggetti, materiali e sorgenti sonore per un’esplorazione dell’impercettibile “dove i confini tra l’udibile e l’inudibile, la
permanenza e la scomparsa, il movimento e l’immobilità, si dissolvono”.

Domenica 25 luglio, all’alba sul molo di Cervia, Gigi Masin si esibirà davanti al mare con la sua NORD piano, concerto ambient in cui tornano ancora una volta le suggestioni marine presenti nella sua vita (Masin è di Venezia) e in alcuni dei suoi lavori (Talk To The Sea, 2014 e Calypso, 2020).

Venerdì 6 agosto dalle h 18 una soundwalk nel parco fluviale del fiume Savio a Cannuzzo di Cervia con un’intervento sonoro a cura dell’artista canadese France Jobin. Attraverso i propri smartphone, i partecipanti alla camminata avranno la possibilità ascoltare in cuffia “Dualità”, sua traccia ispirata dalle fotografie e dalle registrazioni sul campo di Enrico Malatesta e Glauco Salvo, raccolte lungo il Parco Naturale del Fiume Savio.

Domenica 22 agosto, infine, all’interno dell’aia della salina, luogo di stoccaggio del sale dove sono presenti grandi cumuli simili a “ghiacciai”, dalle h17 al tramonto saranno presentati due nuovi progetti al tramonto: RIO nato dall’incontro tra Cristina Kristal RizzoRiccardo La Foresta, lei danzatrice nota in tutt’Europa per la sua produzione che non prescinde mai da una riflessione teorica sul tempo presente, lui sound artist che tratta il tamburo come un aerofono, creano droni acustici, melodie ancestrali e complessi battimenti; e PRISMA una composizione per due organi di Sandro Mussida.

Tutti gli eventi saranno accessibili solo su prenotazione alla mail: riservaree@gmail.com