Festival delle Idee

Quattro giorni di parole, incontri e proiezioni con rockstar, intellettuali, opinion leader, astronauti, registi, attori...

Paolo Nespoli

Scritto da Fulvio J. Solinas il 22 ottobre 2019

Immaginate il ‘900 come un frullatone di idee, di invenzioni, catastrofi, personalità, traguardi, sconfitte, opere, progetti, racconti, sogni, tragedie, scoperte. Quale di queste parole può rappresentarlo al meglio? C’è chi ha scelto la prima. Nasce così il “Festival delle Idee”. Come le sue mattonelle di ceramica, l’M9 posiziona in un programma atomico ed esplosivo (anche i server per le prenotazioni online sono andati in tilt) i tanti relatori di questo festivalone dove dentro, proprio come il nostro amato secolo breve, ci finisce un po’ di tutto. La musica, lo sport, il cinema, l’arte, la letteratura. Che poi è davvero il nostro secolo? Vale la pena di ricordare che quell’aggettivo coinvolge solo chi è già maggiorenne da un po’. Esiste una ormai nutritissima schiera di under 18, che con il ‘900 non ha e non avrà per niente a che fare, almeno a livello puramente anagrafico. E chissà se questa eredità, che ai più maturi sembra così ingombrante, nel prossimo millennio saprà davvero farsi valere. Che beffa sarebbe derubricare un giorno, tutto questo, a semplice egocentrismo generazionale, accorgersi (come in parte sta avvenendo) che molto è da rifare, ripensare, rimodulare, sistemare. Eppure le idee saranno sempre al centro dell’azione. Auspichiamo dunque che l’ennesimo festival di super star che parlano, raccontano e si raccontano, sia davvero foriero di nuove idee. Per quanto riguarda l’amato odiato ‘900 (il secolo dello sbarco sulla Luna, della psicanalisi, del cinema, della musica e dello sport come fenomeni di massa, della rivoluzione informatica, in rapporto dualistico con catastrofi umane come l’olocausto, la guerra fredda, la bomba nucleare): intanto il museo c’è. E gli eventi pure.

GIOVEDÌ 24 OTTOBRE
Ore 17.00 – Auditorium M9 Inaugurazione del Festival
Presentazione libro “Quattro Venezie per un Nordest” del prof. Paolo Costa
Ore 18.30 – Chiostro M9 – Piergiorgio Odifreddi
Ore 18.30 – Caffè Diemme – Enrico Zoppas
Ore 19.30 – Terzo Piano M9 – Francesca Cavallin con Massimiliano Sabbion
Ore 20.00 – Auditorium M9 – Gioele Dix
Ore 21.30 – Chiostro M9 – Pupi Avati

VENERDÌ 25 OTTOBRE
Ore 16.00 – Auditorium M9 – Mogol
Ore 17.00 – Caffè Diemme – Tino Vettorello
Ore 17.30 – Auditorium M9 – Melania Gaia Mazzucco
Ore 18.30 – Terzo Piano M9 – Igor Sibaldi
Ore 18.30 – Chiostro M9 – Alan Friedman
Ore 20.00 – Chiostro M9 – Morgan con Carlo Vanoni
Ore 21.30 – Chiostro M9 – Philippe Daverio

SABATO 26 OTTOBRE
Ore 17.30 – Auditorium M9 – Guido Barlozzetti
Ore 18.00 – Terzo Piano M9 – Marco Melegaro
Ore 18.30 – Auditorium M9 – Carlo Freccero
Ore 19.00 – Terzo Piano M9 – Aldo Grasso
Ore 19.00 – Caffè Diemme – Liviano Tomasi
Ore 20.00 – Chiostro M9 – Alessio Boni con Marcello Prayer
Ore 21.30 – Chiostro M9 – Morgan
Ore 23.00 – Chiostro M9 – Mauro Ferrucci

DOMENICA 27 OTTOBRE
Ore 17.00 – Caffè Diemme – Tino Vettorello
Ore 17.00 – Terzo Piano M9 – Giò Alajmo
Ore 18.00 – Auditorium M9 – film A cup of coffee with Marilyn
Ore 19.00 – Auditorium M9 – Francesco Moser con Sara Simeoni
Ore 19.30 – Terzo Piano M9 – Nicolai Lilin
Ore 20.30 – Chiostro M9 – Mauro Corona
Ore 20.30 – Auditorium M9 – film Infinito Hack
Ore 21.30 – Chiostro M9 – Paolo Nespoli
Ore 21.30 – Auditorium M9 – Ivan Zangirolami con Ivan Origone