Il Comune sposta le risorse di Capodanno sui bandi aperti agli operatori culturali

Scritto da La Redazione il 3 dicembre 2020

Ammontano a 230 mila euro i fondi recuperati dalle minori spese sostenute dal Comune di Bologna per l’organizzazione del Capodanno e degli eventi natalizi non realizzabili a causa del Covid. Fondi dirottati per aiutare gli operatori culturali che hanno partecipato ai bandi per il sostegno delle nuove produzioni in ambito musicale (130.000 euro in più) e al bando INCREDIBOL! (100.000 euro in più).

Il Comune di Bologna aveva pubblicato, nel mese di novembre, un avviso destinato al sostegno delle nuove produzioni in ambito musicale. Inizialmente a questa azione era stata destinata una cifra pari a 70.000 euro, ma la quantità dei progetti pervenuti, ben 208, ha spinto l’Amministrazione ad ampliare la dotazione a 200.000 euro per ampliare la platea dei progetti sostenuti. Il bando è scaduto il 17 novembre scorso e intorno alla metà dicembre verrà pubblicato l’esito della selezione.

Novità anche per il bando INCREDIBOL! che ha visto nel 2020 un’edizione speciale dedicata ai progetti di innovazione delle industrie culturali e creative. Ai 400.000 euro destinati dalla Regione si sommano ora altri 100.000 euro appena stanziati dal Comune di Bologna per poter sostenere il maggior numero possibile di progetti: ben 193 quelli pervenuti, 119 dei quali arrivati dal territorio bolognese, anche in questo caso i risultati sono in arrivo a metà dicembre.

“Un impegno importante – afferma l’assessore alla Cultura Matteo Lepore –  per sostenere un settore che è stato duramente colpito dalla crisi. Inoltre, sempre per sostenere gli operatori bolognesi, che ricordo essere stati censiti nel 2018 in oltre 26.000 lavoratori (area metropolitana), è in partenza un’attività per aiutarli a orientarsi nelle misure e nelle richieste di ristoro legate all’emergenza Covid, in collaborazione con “DOC Servizi”, realtà di rilievo nazionale, con particolare attenzione ai settori dello spettacolo dal vivo”.