Il Link di Bologna in prima linea nella creazione del primo software per il vjing 3D in tempo reale

Si chiama VisualMusic ed è un progetto finanziato dalla comunità europea attraverso Horizon 2020

Scritto da La Redazione il 21 giugno 2018

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Un software accessibile e intuitivo per generare e sincronizzare la grafica animata 3D durante le esibizioni di musica dal vivo: si chiama VisualMusic e sarà presto sul mercato grazie al lavoro di Brainstorm Multimedia e lo Human Inspired Technology Research Centre del dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Padova che si sono avvalsi della collaborazione del Link di Bologna, precursore del fenomeno del Vjing in Italia e del binomio visual – musica elettronica/dance.

VisualMusic è rivolto non solo a DJ e VJ, ma anche ad artisti, grafici e promoter di eventi proprio per la sua semplicità di utilizzo che non richiede competenze specifiche, con una novità fondamentale e unica nel settore: la possibilità di elaborare le immagini 3D in tempo reale.

Il progetto, finanziato dalla comunità europea attraverso Horizon 2020, Programma Quadro europeo per la Ricerca e l’Innovazione (2014 – 2020), è partito con alcuni meeting che si sono tenuti a Valencia nel febbraio 2017 e a Bologna nel marzo 2018 ed è stato validato nel novembre in un audit nella sua sede in Lussemburgo della Comunità Europea.

La società spagnola Brainstorm Multimedia (http://www.brainstorm3d.com/) che ha coordinato i lavori è leader nel settore della grafica 3D in tempo reale per trasmissioni televisive e produzioni cinematografiche, con clienti tra cui BBC, CNBC, NASDAQ, NBC, IDS- Wimbledon/Roland Garros, Accuwether, ESPN, Reuters ed altri.

Oltre alla collaborazione con lo Human Inspired Technology Research Centre del dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Padova, è stato coinvolto anche il Politecnico dell’Università di Valencia, per la parte relativa all’interazione suono/ummagini e, – in qualità di user – oltre al Link, Square Rivoli Publishing di Parigi, Senso Sound di Amburgo e Versuz Club di Hasselt in Belgio.

Per il Link il progetto è stato coordinato a livello organizzativo da Luca Santarelli e a livello tecnico e di sviluppo da Michael Mauracher.

La possibilità di sperimentare questo programma, avendone contribuito alla realizzazione, offre grosse opportunità al Link a alla città di Bologna attraverso la possibilità di creare percorsi formativi di valore creativo molto elevato. Link che sin dagli anni ’90 nella sua attività di laboratorio di produzione e fruizione multidisciplinare ha sempre creduto nel Vjing organizzando diverse edizioni della Vj Convention, competizione tra i migliori vj’s della scena italiana.