Il meglio del 2016 a Bologna secondo 8 addetti ai lavori della città

Gli eventi memorabili dell'anno scelti da chi li vive davvero

Foto di Sara Gorgoglione

Scritto da La Redazione il 20 dicembre 2016
Aggiornato il 21 dicembre 2016

Visto che elenchi e classifiche vanno di moda, siamo tornati a disturbare alcuni amici, chiedendogli una lista dei loro cinque migliori eventi di questo 2016. Nel caso non siate d’accordo, prendetevela con loro.

SUSANNA LA POLLA

La cantautrice in arte Suz

suz san luca

 

Sono veramente tantissimi gli eventi del 2016 che meriterebbero di entrare in questa lista, a partire dalle proiezioni di Tempi Moderni in piazza Maggiore e di The Eightful Eight in 70mm in Cineteca, per arrivare alla mostra Officina Pasolini e al progetto dedicato ai Motus Hello Stranger con la strepitosa festa di chiusura Thisverymoment. Scegliere non è stato affatto facile, con l’eccezione di quello che a mio parere è stato il principale evento dell’anno in città: i due incontri con Angela Davis, il 15 marzo con gli studenti in via Zamboni e il giorno seguente al Dipartimento Storia Culture Civiltà con la lectio magistralis The Meaning of White Supremacy Today.

Dubito che qualcuno abbia attraversato le stanze della mostra dedicata al Duca Bianco al MAMbo senza versare almeno una lacrima

Veduta>Bologna di MK/Michele di Stefano e Lorenzo Bianchi Hoersch nell’ambito di Danza Urbana 5/6 settembre 2016. Sono arrivata a Palazzo D’Accursio senza sapere bene che cosa aspettarmi, ne sono uscita felicemente sorpresa. Questo progetto di MK, trasformando la strada, la piazza, la città in un enorme palcoscenico, ha il grande pregio di riuscire a stupire in un’epoca in cui tutto sembra possibile

Mi sento molto fortunata a essere riuscita ad accaparrarmi un biglietto per The Repetition of Dreams. Lasciarsi cullare nel dormiveglia dai loop di droni di Rabih Beani sdraiati su cuscini e avvolti nelle coperte nella bellissima cornice dell’Ospedale dei Bastardini è stata un’esperienza unica.

Napoleon Maddox è ipnotico. Sono entrata con un’amica a concerto iniziato e tutti i presenti erano rapiti dal suo flow. Per non parlare di Sabir Mateen al sax con il suo ensemble (Pasquale Mirra al vibrafono e Salvatore Lauriola al contrabbasso). Quando ha posato il suo strumento per lanciarsi in uno spoken word ha mandato tutti in visibilio.

 

 

RICCARDO BALLI

Ovvero Dj Balli o MC PavaRotten produttore ed esperto di suoni storti e schizzati

riccardo-balli

Parto da un Dj Balli aka MC PavaRotten di Rancid Opera che segnala:

L’inaugurazione del Memorial della Shoah in via Matteotti che è anche un eccezionale spot per lo skate!

Il migliore evento di techno-hardcore gabber a cui sono stato nel 2016. Un movimento che esalta la velocità, l’immaginario bellico, in aria di fascismo: sto parlando della gabber, no scusa del futurismo, no scusa della gabber, no scusa del futurismo, no scusa del futurismo, no scusa della gabber, no scusa del futurismo, no scusa del futurismo, no scusa della gabber, no scusa del futurismo.

L’enfant prodige della nuova canzone disco italica ha regalato vibrazioni e pogate definitive a un folto pubblico di fan accorsi all’art-social bar!

GIORDANA PICCININI

Una delle anime di Hamelin e BilBOlbul, festival internazionale di fumetto

GIORDANA-piccinini

Il festival che ho amato e che amo sempre di più è Il Cinema Ritrovato. Passano gli anni e diventa sempre più bello e interessante.

Lo spettacolo di danza del Collettivo Cinetico, Sylphidarium, all’Arena del Sole, bello e divertente.

All’interno di due progetti interessanti, il festival Gender Bender e il progetto speciale di Bologna con i Motus Hello Stranger | 25 anni di Motus, lo spettacolo MDLSX ai Teatri di Vita.

Il concerto degli SWANS al Teatro Manzoni: quando il rumore diventa meditazione.

La mostra, Lumiere! L’invenzione del cinematografo per la perfetta fusione di spettacolarità e approfondimento.

 

 

BENEDETTA CUCCI

Giornalista del “Resto del Carlino” e autrice del seguitissimo blog di cucina e tendenze gastronomiche apranzoconbea.

benedetta-cucci

 

Il più sconvolgente spettacolo visto quest’anno ma anche negli ultimi decenni, per me, dai tempi della folgorazione per la Fura dels Baus con Suz/O/Suz: nulla in comune se non l’assoluta novità.

Il festival del cinema biografico che ogni anno attendo con trepidazione.

Mi piace molto Joan, una musicista e poi una cantante con una creatività pazzesca.

Bowie al MAMbo molto più di una mostra splendida su David Bowie, per Bologna un salto di qualità pop!

Una lezione “di cucina” speciale con al centro una pianta e un’antica arte giapponese.

 

 

TEO FILIPPO CREMONINI

Fondatore del Collettivo HMCF

teo-filippo-cremonini

 

Non era un qualcosa di “ufficiale” ma è stato l’evento più grande in città senza alcun dubbio.

Vale a dire l’ultimo concerto di Trevor Powers con questo pseudonimo, proprio nella città di Bologna in chiusura di un tour lunghissimo e dopo aver scritto canzoni bellissime.

Le persone in strada su via Don Minzoni, il parco chiuso. La balconata che da sul palco in cui non si poteva vedere. Credo che in questa data, esattamente in quella serata/concerto, sia nato il successo planetario di Calcutta. Mio padre dentro al parco e io che non riuscivo a vedere nulla parcheggiato in macchina.

Quando in punta di piedi con la leggerezza delle parole e la faccia scavata dalla fatica (e da una visibile tensione) si è presentato in una delle prime date di questo tour al Locomotiv Club c’era un sole perfetto, anche se lui, mi sa, vuole la luna.

Chissà in quanti la citeranno. Però come fai a non dire che sia stata realizzata magistralmente?

 

 

LORENZO DONATI

Lorenzo Donati è giornalista e critico teatrale, tra i fondatori del gruppo critico Altre Velocità

LORENZO DONATI

Il grigio spesso che ha coperto tutti i murales di Blu e il nostro immaginario, gesto politico quindi artistico di una forza sconvolgente

La mostra multimediale storica divulgativa critica Officina Pasolini al MAMbo

Baum Festival, in particolare il “laboratorio di quartiere” sulle serrande del Mercato Albani tenuto da Andrea Bruno

The evening di Richard Maxwell con la sua compagnia New York City Players, un teatro quotidiano perturbante portato in Italia da Ert – Arena del Sole

Le città hanno gli occhi – Installazione documentario di LeleMarcojanni al BilBOlbul festival 2016

Bonus Track: il nostro risveglio estivo e chi ci permette di discutere e riflettere su dove stiamo andando
http://www.internazionale.it/opinione/wolf-bukowski/2016/07/22/bologna-ordinanza-alcolici

 

 

CRISTIAN CHIRONI

Artista visivo e performer attualmente impegnato nel progetto My House is a Le Corbusier

cristian-chironi

Veduta>Bologna di Michele Di Stefano e Lorenzo Bianchi Hoesch a Danza Urbana

 

 

FRANCESCO LOCANE

Conduttore radiofonico di Maps e responsabile della programmazione musicale di Radio Città del Capo

francesco-locane