La grande cena in Piazza Maggiore si farà a chiusura del Cinema Ritrovato

Scritto da La Redazione il 14 giugno 2020

La proposta l’aveva lanciata Romano Prodi: una grande cena in Piazza Maggiore, sul crescentone, per rilanciare la ristorazione bolognese. E l’idea era stata presa al volo dall’Assessore alla Cultura, Matteo Lepore, che nei giorni scorsi si era detto pronto a pensarci seriamente: “Se lo facciamo – aveva detto al Corriere -, lo dobbiamo fare in grande stile proprio perché è un’idea matta. Non dobbiamo fare semplicemente una cena: da tutto il mondo devono decidere di prenotare per venire in piazza Maggiore a cenare con i nostri ristoratori e magari con qualche ospite”. Dopo una riunione con le associazioni di categoria (Confartigianato, Confcommercio, Alleanza delle Cooperative, Confesercenti, CNA e Unindustria) e la Camera Commercio di Bologna si è, infine, deciso di mettere in piedi un comitato promotore e di coinvolgere la Cineteca di Bologna. La cena in Piazza Maggiore si farà, quindi, a chiusura del Festival del Cinema Ritrovato che quest’anno si svolgerà dal 25 al 31 agosto.

“Ritrovarci in Piazza sarà bellissimo – dichiarano gli assessori Alberto Aitini e Matteo Lepore -. Abbiamo raccolto con grande soddisfazione la disponibilità del mondo dell’economia cittadina a farsi promotore di questa iniziativa in prima fila. Siamo sicuri che l’immagine di Piazza Maggiore piena per quell’occasione farà il giro del mondo e ci aiuterà nel rilancio della città, tutto ovviamente nel rispetto delle norme di sicurezza. Il commercio e la ristorazione cittadina sono colpite da una crisi fortissima ma insieme stiamo lavorando come non mai per ripartire. Il progetto per l’allargamento dei dehors nelle piazze e nelle strade della città sta andando avanti molto bene e in tempi veloci. Cogliamo infine l’occasione per ringraziare il Presidente Romano Prodi per avere lanciato questa idea e avere ancora una volta dimostrato un grande amore per Bologna”.