Riapre la casa del custode di Villa Ghigi: punto ristoro con vista Bologna, concerti e proiezioni

Si parte il 23 maggio.

Scritto da La Redazione il 23 maggio 2019

L’Eco della prima collina è quello che risuona da Villa Ghigi, ma anche il nome della rassegna grazie alla quale dal 23 maggio al 15 settembre riaprirà la Casa del Custode. Un bellissimo edificio, che fino a qualche tempo fa rischiava di cadere a pezzi, disposto su due piani e composto da una tavernetta a piano terra e una casa al piano superiore. La ristrutturazione è stata affidata allo Studio Aspide di Bernardo Bolognesi, attore, autore e, soprattutto, cuoco; personaggio che ben si intona con lo stile di quello che da oggi sarà una sorta di “rifugio” un po’ atipico dove ci saranno caffè, tè, tisane, crostate, torte, biscotti, salumi, formaggi, verdure crude, panini, toast, vino, birre, succhi di frutta, aranciate, gassose, chinotti, acqua (gratuita).
Un luogo dove assaporare una cucina legata al territorio circostante, dedicato ai prodotti degli orti del parco, con bevande ricavate dai frutti degli alberi.

Sono già stati annunciati tre concerti, tutti alle 19.30 per l’aperitivo: il 14 giugno Gipsy Caravan, il 21 giugno Giovanni Ghizzani Jazz Duo e il 27 giugno Facundo Gastòn Gordillo. Il resto della programmazione verrà annunciato a breve.

Ecco gli orari di apertura:
Martedì, Mercoledì e Giovedì ore 9-15 e 17-23; 
Venerdì, Sabato e Domenica ore 9-23
Giorno di chiusura: Lunedì.